MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, Franco Morbidelli: “Lotta fra cani con Jack Miller”

Franco Morbidelli ottiene la terza vittoria in MotoGP nel GP di Valencia. Domenica a Portimao può affermarsi vicecampione e miglior pilota Yamaha.

15 novembre 2020 - 15:43

Terza vittoria in MotoGP per Franco Morbidelli che incornicia una stagione strepitosa ed ora lotta per il secondo posto nel Mondiale. Ha martellato dal primo all’ultimo giro del GP di Valencia, quasi sempre in testa, superato da Jack Miller solo in brevi tratti. Alla partenza e nel finale, ma ha prontamente risposto con la stoffa del campione. “E’ stata una gara durissima, perché ho cercato di spingere al massimo per scappare, non volevo lottare con Jack. So che è sempre una battaglia dura, però lui è stato così bravo da venirmi sotto, mi ha passato, poi è stata una lotta tra cani. Fortunatamente l’ho spuntata io, ma è stato bravo quanto me. Non ho mai spinto così tanto dal primo all’ultimo giro“.

‘Morbido’ fa tris

La scelta della hard all’anteriore è forse la chiave vincente di questo week-end MotoGP e della bagarre con la Ducati di Miller. “Se analizziamo tecnicamente per la lotta avevo forse un piccolo vantaggio, la hard davanti – spiega Franco Morbidelli a Sky Sport MotoGP -. Quando mi passava a centro curva riusciva a mantenere una velocità di percorrenza buona. Ma la hard davanti dava quel qualcosa in più. Se mi ha fatto perdere un po’ di velocità pure, mi ha ridato nella lotta con Jack“.

Il pilota dell’Academy fa tris dopo Misano e Aragon. Domenica prossima a Portimao cercherà di chiudere in bellezza, ma per adesso non c’è che godersi quanto fatto finora. “Tre vittorie bellissime, tre vittorie in MotoGP non ero abituato, ho avuto la piacevole sorpresa che è una cosa stupenda. Misano è stata il Gran Premio di casa, sono partito davanti, ho cercato di fare la mia gara e un po’ me lo aspettavo. Ad Aragon ero particolarmente in forma, non me l’aspettavo, ma è venuta fuori una vittoria strepitosa. Questa terza è data dal fatto che avevo già vinto, non avevo il potenziale delle altre gare, ma le due vittorie precedenti mi ha dato quella forza per lottare all’ultimo giro“.

Franky miglior pilota Yamaha

In sella ad una Yamaha ‘spec-B’ ha dato uno schiaffo morale ai vertici di Iwata, dimostrando di essere il più veloce e costante del suo marchio. “Mi fa un bello effetto. A inizio anno ero un po’ arrabbiato per la scelta di Yamaha di darmi la moto dell’anno prima. Ma abbiamo incanalato questa rabbia nel lavoro, a casa, nei test. Questa moto non è affatto male, siamo riusciti a farla rendere su molte piste. La chiave è la conoscenza di Ramon Forcada“. Infine Franco Morbidelli si complimenta con il neo campione del mondo Joan Mir. “Complimenti a Mir e alla sua squadra, non ha quasi mai sbagliato. Davide ha messo insieme una squadra fantastica, ha fatto un lavoro impressionante“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Torino Suzuki MotoGP

MotoGP: la maglia celebrativa del Torino F.C. per il Mondiale Suzuki

MotoGP, Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso: la “gabbia” della MotoGP e la libertà del motocross

MotoGP, Joe Roberts

MotoGP, il manager di Joe Roberts: “Aprilia occasione mancata”