MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, Franco Morbidelli in pole per vaccinarsi nel paddock

Franco Morbidelli 2° nella quinta giornata di test MotoGP in Qatar. Il pilota Petronas SRT sarà il primo pilota a vaccinarsi contro il Covid nel paddock.

12 marzo 2021 - 7:55

Franco Morbidelli si piazza al secondo posto, tra le Yamaha di Vinales e Quartararo, nel penultimo giorno di test MotoGP. La YZR-M1 non ha certo la velocità sui rettilinei della Ducati, ma riesce a conquistare le posizioni di vertice. L’italobrasiliano ha tentato il time attack nei minuti finali, firmato 1’53″323, con un gap di appena 79 millesimi dal best lap di giornata. “La Ducati sembra molto forte, così come la Suzuki e le altre due Yamaha. E anche Vale è stato molto veloce. Al momento sembra una lotta tra Yamaha, Suzuki e Ducati… I 357 km/h di Zarco sono impressionanti“.

Le Rosse sembrano un po’ l’incubo di tutti qui a Losail, sul rettilineo sono imprendibili. Basti pensare che Franco Morbidelli ha raggiunto una top speed di 341,7 km/h. “Sarà molto difficile combatterli in gara e non solo per la velocità sul rettilineo. A parte il terzo settore, questa pista sembra fatta apposta per loro“. Ma resta una buona dose di ottimismo, nonostante una spec-A che non riceverà né il nuovo telaio Yamaha, né la carena aerodinamica: “Non credo si adatterebbe alla mia moto“, precisa il vicecampione MotoGP. “La Yamaha ha portato tante piccole cose per migliorare il mio pacchetto. Ma non c’è sviluppo sulla mia moto, quindi concentrarsi sulle nuove moto, è la cosa giusta da fare“.

Sarà tra i primi a vaccinarsi contro il Covid-19, dopo che il Governo del Qatar ha offerto alla MotoGP la doppia dose del vaccino Pfizer. Le prime somministrazioni inizieranno oggi, la seconda dose è prevista a cavallo dei due GP del 28 marzo e del 4 aprile. “Lo farò appena finito il test – annuncia Franco Morbidelli -. Per me è positivo riuscire a farlo. Ringrazio chi lo ha reso possibile“. Non è detto che tutti accettino, poi ci sono i pareri contrastanti dei no-vax: “Lo so, è un argomento conflittuale“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Razlan Razali e Johan Stigefelt

MotoGP, Razali-Yamaha verso la firma: Valentino Rossi guarda oltre

MotoGP, Aleix Espargarò

MotoGP, Aleix Espargarò su Pecco Bagnaia: “Le regole sono regole”

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Brutti tempi per Valentino Rossi”