morbidelli motogp

MotoGP, Franco Morbidelli: “Ho forzato i tempi, ma è la scelta giusta”

Franco Morbidelli riparte dal 18° posto a Misano. L'importante era tornare in sella ad una MotoGP. "Dopo tre mesi non potevo aspettarmi di essere in gioco."

19 settembre 2021 - 18:49

Per Franco Morbidelli si trattava del fine settimana del rientro dopo un importante infortunio. Oltre che del debutto in sella alla Yamaha M1 più aggiornata e con i colori del team MotoGP factory dopo tutti gli stravolgimenti dell’ultimo periodo. Ma dopo l’emozione iniziale, per ‘Morbido’ il pronto ritorno sulla terra, tra il recupero fisico ed un feeling in sella tutto da ritrovare dopo il lungo stop. Se non altro però ha raccolto informazioni importanti su cui lavorare, alla ricerca dei prossimi passi avanti.

“Sono contento di essere tornato e di aver accumulato tante informazioni.” L’iridato Moto2 2017 commenta così il Gran Premio di San Marino appena concluso. “Ora dobbiamo lavorare su setting, feeling, guida e tutto il resto.” Per quanto riguarda la situazione fisica, ovvero il suo ginocchio, “Dobbiamo lavorarci ma stando attenti, senza sforzarlo troppo.” Sottolinea anche che “In generale posso dire di aver disputato una gara solida. Sono riuscito a finirla e in una posizione migliore rispetto all’ultima gara, posso essere contento.”

Nessuna aspettativa

“L’importante per questo weekend era tornare in sella ad una MotoGP” ha sottolineato Franco Morbidelli. “Si pensava che dovessi saltare circa metà stagione, in una categoria come questa voleva perdere tante cose. Ho decisamente forzato i tempi, ma è stata la scelta giusta.” In particolare perché “Sono riuscito a disputare un weekend lineare, a stare in sella ed a migliorare costantemente, a capire, a disputare una gara soprattutto di casa. Siamo ancora lontani, ma siamo sulla strada giusta.”

Diciottesima piazza finale alla bandiera a scacchi, terzo pilota Yamaha a Misano. “È vero che la posizione finale non è delle migliori, ma questi ragazzi sono tutti degli animali: non potevo aspettarmi dopo tre mesi sul divano di essere subito in gioco di nuovo.” Morbidelli ora ha ben chiara la situazione. Come detto, grande emozione iniziale, “Ma sono tornato subito sulla terra. Il feeling non era dei migliori, ho disputato 7 giri consecutivi e mi sono domandato come avrei potuto finire la gara… Ma ce l’abbiamo fatta.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Marzio Bondi

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo e Marc Marquez

MotoGP, Quartararo-Marquez: Honda sogna il nuovo ‘dream team’

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò pilota senza bandiera: “Non sono indipendentista”

Superbike, Jonathan Rea

MotoGP, Jonathan Rea: “Grazie a Valentino Rossi”