MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, Franco Morbidelli: forcellone in carbonio e parafango per la sua M1

Franco Morbidelli lascia Jerez dopo la giornata di test MotoGP: a sua disposizione un nuovo forcellone in carbonio e un parafango ridisegnato.

4 maggio 2021 - 8:12

Franco Morbidelli lascia Jerez dopo il primo podio stagionale e il 9° posto nel test MotoGP. Nel lunedì di prove, diversi gli aggiornamenti a disposizione per la sua Yamaha M1 “old edition”. Un nuovo forcellone in carbonio, diverse configurazioni e un nuovo parafango. Nulla che possa metterlo alla pari dei colleghi di marca, la delusione di fondo resta. E le nuove componenti non sono da sopravvalutare. 67 giri, il migliore dei quali in 1’37″627, a sette decimi dal miglior crono di Vinales.

A Le Mans proverà a ripetere la grande impresa di Jerez, sperando di portare in valigia le buone sensazioni dell’ultimo week-end. “Dopo un weekend di gara e tanti giri di prova da parte di tutti i piloti, c’è molta gomma sull’asfalto. Si può facilmente prendere la strada sbagliata perché i risultati sono fuorvianti. Ma se le novità ci portano avanti a Le Mans, allora sarò soddisfatto“. Nell’elenco delle novità anche un forcellone in carbonio, montato solo nelle fasi finali del test MotoGP. “L’abbiamo installato solo a fine giornata e quindi non siamo riusciti a raccogliere tanti dati. Non so se lo useremo anche in Francia“.

Buone le sensazioni sul parafango che potrebbe migliorare la fase di frenata. “Sono andato più d’accordo con lui sulla moto e nel complesso ho visto dei miglioramenti in zona frenata – aggiunge Franco Morbidelli -. Questo è stato uno degli obiettivi principali del mio lavoro“. Nonostante una Yamaha M1 del 2019 l’italo-brasiliano si è rivelato miglior pilota del marchio a Jerez. I vertici di Iwata si sono congratulati con lui, ma soprattutto hanno assicurato che dal 2022 avrà una moto ufficiale. “Ci siamo visti prima della cerimonia di premiazione (con Lin Jarvis, ndr) e si è congratulato con me. Ma non abbiamo parlato di più“.

4 commenti

makiland
12:09, 4 maggio 2021

Vogliono curare un tumore con l’ Aspirina ?
Mi sa che Yamaha farebbe bene a trattare meglio VR ed anche FM … saranno loro che porteranno il PESO di resuscitare la Yamaha e non certo con nuovi parafanghi … ormai ci vuole BEN ALTRO per farlo !

    Fra4314
    13:43, 4 maggio 2021

    Tralasciando la questione (paradossale) di Morbidelli, ti vorrei far presente che per il momento, sindrome compartimentale a parte, la resurrezione Yamaha sta procedendo a gonfie vele con Quartararo (molto) e Vinales (poco…)

      makiland
      18:56, 4 maggio 2021

      Certo è che Petronas NON è la casa madre è un cliente pagante e chissà … magari paga male …
      La moto di VR NON penso proprio che sia come quelle di MV e di FQ … o credi alle fiabe ?

        Fra4314
        13:44, 5 maggio 2021

        Da contratto, come confermato dallo stesso VR, la sua moto è ufficiale al 100%, l’unica differenza sono gli aggiornamenti che riceve in (leggero) ritardo rispetto ai piloti del team interno, i quali sono impegnati anche nello sviluppo…..poi sicuramente tu ne saprai più di me

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner detta la linea: cosa manca a Ducati per vincere

“Valentino Rossi meno gestibile di Fabio Quartararo”: la stoccata di Jarvis

MotoGP, Jack Miller e Jorge Martin

MotoGP, Jack Miller in bilico: “Ora capisco Dovizioso e Petrucci”