MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, Franco Morbidelli e il misterioso problema all’ammortizzatore

Franco Morbidelli ha girato un secondo più lento nella gara d'esordio MotoGP 2021. Un problema problema all'holeshot lo ha costretto al 18° posto finale.

28 marzo 2021 - 23:33

Debacle inattesa per il duo Petronas Valentino Rossi-Franco Morbidelli nella gara d’esordio della stagione MotoGP 2021. Se il Dottore chiude 12°, è andata sicuramente peggio al vicecampione del mondo. Partiva come uno dei favoriti, invece si è ritrovato in fondo al gruppo dopo un paio di giri. Un problema di elettronica ha messo il bastone tra le ruote di Frank? Più precisamente sembra un difetto all’abbassatore posteriore. La sua Spec-A sembrava non avesse smorzamento sulla sospensione posteriore, costringendolo a guidare un secondo più lentamente.

‘Morbido’ da favorito a penultimo

18° posto finale, peggio di lui soltanto Lorenzo Savadori, 23,8″ di ritardo. “Abbiamo avuto un problema in griglia, ma abbiamo deciso di andare comunque in gara“, spiega Franco Morbidelli. “È un problema che dobbiamo approfondire perché penso sia successo anche altre volte durante il fine settimana. Ma in gara abbiamo visto chiaramente che qualcosa non andava e purtroppo abbiamo dovuto fare una prestazione così brutta. Mi ha influenzato per tutta la gara. Non posso dirti di cosa si tratta perché non ne siamo ancora sicuri. Stiamo cercando di capire bene di cosa si tratta“.

Molto probabilmente un problema legato al dispositivo holeshot, ma bisogna correre ai ripari in vista del prossimo impegno MotoGP. Fra pochi giorni ci sarà il bis a Losail e Franco Morbidelli cerca il riscatto. “Fondamentalmente, la parte posteriore della moto inizia a sentirsi ‘vuota’, come se non avessi smorzamento nell’ammortizzatore. Non riuscivo a girare. Beh, posso girare, ma ho bisogno di guidare un secondo più lento. Questo è l’effetto avuto. Non sappiamo ancora la causa. Stiamo cercando di indagare, sono sicuro che i ragazzi della Yamaha mi aiuteranno in questa faccenda“. Nonostante il grave problema tecnico l’italobrasiliano ha deciso di proseguire fino al traguardo, per “rispetto della mia squadra e delle persone che lavorano con me” e “per studiare meglio il problema“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

3 commenti

voiedegarag_15199617
7:43, 29 marzo 2021

2 volte 3 giorni di test pre-stagione, poi 2 giorni di prove pre-GP, e il problema arriva preciso preciso in gara.
E trattandosi di Morbidelli ho pure tendenza a credere che dica il vero : è proprio che la sfiga ci vede benissimo (mentre la fortuna è cieca).

    Makiland
    12:33, 30 marzo 2021

    Correre dietro agli aggiornamenti degli altri è stupido …
    Quante cose inutili e che complicano la vita ai piloti sono stete “appiccicate” alle moto GP come se invece di 2 ruote ne avessero 4 …

    Makiland
    17:44, 29 marzo 2021

    Aggiungere di continuo Gadget dalla resa discutibile e per di più MAI provati a fondo mi sembra una tattica suicida … Tutto qui !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Mia madre mi ha rimproverato, l’ho fatta piangere”

MotoGP, Sandro Garbo celebra Rossi in fumetto “Il mio Vale regala sorrisi”

brad binder motogp

MotoGP, Brad Binder miglior KTM: “Quasi con il gruppo del podio”