MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo-Yamaha: la missione 2021 non è finita

Dopo la conquista del titolo piloti MotoGP Fabio Quartararo non ha intenzione di fermarsi. In ballo c'è la Triple Crown e una nuova era in stile Marquez.

2 novembre 2021 - 10:35

Fabio Quartararo ha vinto il suo primo titolo mondiale MotoGP a Misano, riportando lo scettro iridato in casa Yamaha sei anni dopo. Ma il francese e la casa giapponese non hanno nessuna intenzione di accontentarsi. L’obiettivo, non facile, è siglare la Tripla Corona conquistando anche il titolo costruttori e per team. E Ducati ha tutta l’intenzione e le carte in regola per rovinare la festa a Iwata. Alla vigilia del GP di Portimao il team emiliano guida la classifica Costruttori con 307 punti, 12 in più della Yamaha. Nella classifica a squadre il marchio dei tre diapason è a quota 364, 13 in più del rivale.

Obiettivo Triple Crown

Nel titolo per team Ducati è risultata più compatta anche se meno costante. Quattro le vittorie, due con Pecco Bagnaia e due con Jack Miller. Oltre sei podi, cinque con Pecco e uno con Miller. La Yamaha, invece, ha avuto un anno tumultuoso, soprattutto dalla parte del box di Maverick Vinales. Lo spagnolo ha aperto la stagione MotoGP con una vittoria, ma ha poi dato vita a una fase decadente chiusa con il divorzio prematuro dopo la pausa estiva. Cal Crutchlow ha sostituito Vinales, poi è subentrato il neo promosso Franco Morbidelli. Tirando le somme, Yamaha ha ottenuto sei successi, cinque con Quartararo e uno con Maverick, e sei podi, cinque con Fabio e uno con il pilota di Roses.

Sul fronte Costruttori Ducati può vantare sei moto in griglia e una moto più coriacea. La YZR-M1 non è la moto più veloce e al momento solo l’alfiere di Nizza riesce a spremerla fino in fondo. Invece Borgo Panigale ha portato sul podio cinque piloti su sei, ad eccezione di Luca Marini. La missione del neo campione del mondo non è finita, questo darà vita ad un finale di stagione MotoGP per nulla noioso e apatico.

La nuova era di Quartararo

Fabio Quartararo è passato alla storia come il primo Campione del Mondo francese nella massima categoria. A soli 22 anni non ha nessuna intenzione di accontentarsi, davanti a sé ha una lunga carriera che si preannuncia promettente. “Ho realizzato il mio sogno più grande. Ora, ovviamente, non posso fermarmi qui“. Dopo l’era di Valentino Rossi e quella di Marc Marquez, potrebbe aprirsi una nuova storica parentesi in MotoGP. “Il mio prossimo sogno è vincere un altro titolo. E quando un secondo sarà vinto, un altro sarà il mio prossimo obiettivo”.

Una questione di mentalità vincente che ha ereditato dai big della categoria. Esemplare il comportamento di Marc Marquez in Thailandia nel 2019: “Doveva solo tagliare il traguardo prima di Dovizioso. Tuttavia, ha dato tutto fino all’ultimo metro per vincere la gara“. Anche a rischio di perdere tutto. Non basta il successo, occorre anche la gloria. “Marc è uno degli atleti che ammiro. Ha vinto otto titoli mondiali, sei dei quali nella categoria MotoGP. Anche Valentino Rossi è uno di loro – ammette a Motorsport-Total.com –. Basta ammirare altri big come Hamilton in Formula 1 o calciatori o tanti altri atleti. Vedere la loro mentalità mi dimostra che se possono farlo loro, posso farlo anche io“.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

zannoni motoe sic58

MotoE: SIC58 punta su Kevin Zannoni per la stagione 2022

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez 100% riposo. Puig: “Problema inaspettato”

Valentino Rossi Ranch Tavullia

Valentino Rossi promette battaglia: i campioni arrivano al Ranch di Tavullia