quartararo motogp

MotoGP, Fabio Quartararo: “Quando ci sono gare doppie siamo persi”

Fabio Quartararo ha chiuso un altro GP difficile, condizionato da problemi poco chiari all'anteriore. "Ma a Valencia possiamo essere ben più veloci."

26 ottobre 2020 - 21:00

Fabio Quartararo ha chiuso la penultima tripletta dell’anno incrementando lo svantaggio dal leader MotoGP Mir. Non certo ciò che si aspettava, ma l’alfiere Petronas SRT ha completato un altro Gran Premio difficile. Problemi all’anteriore non gli hanno permesso di lottare come avrebbe voluto, quindi non è riuscito ad andare oltre l’8^ posizione finale. Mancano 3 GP alla fine della stagione, il pilota francese deve trovare qualche soluzione per tenere viva la battaglia.

“Non sono molto contento” ha dichiarato il videoconferenza a fine gara, come riportato dai nostri colleghi di Paddock-GP“Al mattino, durante il warm up, abbiamo trovato qualcosa di molto positivo. Ci sentivamo veloci, ma in gara tutto è cambiato: ho lottato con l’anteriore. Sono felice di lasciare Aragón, sono state due settimane difficili.” Prossima tappa Valencia. “Sono sicuro che sia una pista migliore per noi, con meno degrado per le gomme. Possiamo essere ben più veloci.”

Esclude un problema di gomme in questa occasione. “Franco ha vinto con media-media, quindi era la scelta giusta.” Anche se “Non appena abbiamo iniziato la gara, fin al primo giro, non ho avuto nessun feeling, zero grip, nessuna trazione. Sì, è molto strano, e non ho idea del perché sia successo.” Scarta anche la pressione delle gomme, che l’ha condizionato nel primo round ad Aragón. “Nel meeting con la squadra non mi è stato detto nulla, quindi andava bene.”

Ma sembra ci sia un problema nei doppi round sugli stessi tracciati. “Quando ci sono le doppie gare fatichiamo di più, siamo persi” ha ammesso Quartararo. “Tutti fanno grandi passi avanti, noi invece sembriamo bloccati. Tranne a Jerez, per noi è stato sempre così finora.” Non mancano comunque i complimenti al compagno di box. “Se lo merita, ha fatto un ottimo lavoro. Ha dimostrato anche che la moto funziona, questo per me è un po’ fastidioso. Ma ora pensiamo a Valencia.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Herve Poncharal

Hervé Poncharal: “Tech3 in MotoGP fino al 2026”

binder motogp

MotoGP, fratelli vincenti: dai Milani ai Binder, tutti i vincitori di GP

MotoGé, Franco Morbidelli pilota Yamaha Petronas

MotoGP, Franco Morbidelli: una Yamaha factory? No, grazie