MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Non ho chiesto la Yamaha 2019”

Fabio Quartararo correrà la sua prima stagione MotoGP da pilota factory. L'evoluzione della Yamaha M1 passa anche dalle sue mani.

17 gennaio 2021 - 15:16

Yamaha ha collezionato il maggior numero di vittorie nella stagione MotoGP 2020, ma non è bastato per conquistare il titolo iridato. Mancanza di velocità massima, deficit di grip al posteriore, problemi alle valvole dei motori hanno reso incostanti i piloti del marchio. Tanto che Fabio Quartararo, un po’ provocatoriamente, ha ipotizzato il ritorno alla YZR-M1 2019. Proprio quella che ha permesso a Franco Morbidelli di chiudere al secondo posto in classifica finale. Lin Jarvis e i vertici di Iwata sanno di dover correre ai ripari e ci provano modificando il test team.

L’arrivo di Cal Crutchlow dovrebbe cominciare ad apportare dati utili per l’evoluzione della moto. L’arrivo di Fabio Quartararo nel team factory, al posto del veterano Valentino Rossi, è l’altra grande novità in vista del campionato MotoGP 2021. Gli aggiornamenti tecnici, invece, li vedremo in Qatar in occasione del test IRTA. Secondo le prime indiscrezioni in casa Yamaha si lavora principalmente su un nuovo telaio e un Aero-pack rivisitato. Il francese smentisce di aver chiesto il prototipo 2019. “Non ho chiesto la moto dell’anno scorso. Ho solo detto che il modello dell’anno scorso ha alcune caratteristiche positive e che se le trasferiamo sulla moto attuale potrebbe andare benissimo“.

L’evoluzione della M1

Tre le vittorie collezionate nella scorsa stagione con il team Petronas. Solo Franco Morbidelli ha saputo eguagliarlo, nessuno ha fatto meglio di loro. Eppure lo scettro MotoGP è scivolato nelle mani di Joan Mir, forte di una GSX-RR più costante, capace di migliorarsi in percorrenza di curva. E nonostante non fosse la moto più veloce nelle qualifiche. In Yamaha sanno di dover trovare più aderenza al posteriore, ma si potrà lavorare solo sulla ciclistica, dal momento che i motori resteranno congelati. “Per quanto riguarda la nuova stagione, non ho parlato molto con Maverick – ha aggiunto Fabio Quartararo -. Ma dai suoi commenti sembra che abbiamo problemi simili. Sono curioso di vedere cosa possiamo fare nel 2021“.

Nel 2020 il test team guidato da Jorge Lorenzo e Silvano Galbusera non ha portato ai risultati sperati. La vera svolta dovrà partire da qui, senza contare che Valentino Rossi resta un punto di riferimento nello sviluppo della YZR-M1. “Questo è quello che ci è mancato ultimamente. Cal ha guidato la Honda ed è stato anche in Yamaha e in Ducati – ha concluso il pilota francese -. Quindi vedo una grande opportunità per la Yamaha“.

1 commento

makitari_15179021
18:58, 17 gennaio 2021

Credo che FQ sia un pilota vero, ma ancora acerbo e
tutto da verificare … stoffa ce n’è, a mio parere, ma …
per esempio … Morbido mi sembra più concreto e no tanto per i risultati in sè, quanto per l’ atteggiamento …
Lo stesso per Olivolì … Oliveira che mi pare pieno di buone intenzioni come outsider … Vedremo.
Se il Mondiale sarà abbastanza regolare può essere che sia sorprendente e poi … chissà se rivedremo MM a scompigliare tutto ? Batterlo, sarà più o meno facile … ? Lui è un gatto … 7 vite e non pensare di averle …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Test Qatar 2021

MotoGP, Enea Bastianini tampone sospetto: “perde” l’aereo per il Qatar

Moto2 Moto3 Aspar

Moto2 e Moto3, tanto lavoro sia a Valencia che Portimao

Davide Brivio

Davide Brivio: “Formula 1 più difficile ed eccitante della MotoGP”