MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Con Yamaha è così: o vinci o niente”

Fabio Quartararo dice addio al sogno Mondiale MotoGP. Dopo la gara-1 di Valencia l'obiettivo resta il secondo posto in classifica.

9 novembre 2020 - 7:54

Il sogno iridato di Fabio Quartararo si spegne al Ricardo Tormo di Valencia. Dopo una stagione MotoGP iniziata subito alla grande, con la doppia vittoria di Jerez, il 21enne di Nizza deve arrendersi alla Suzuki di Joan Mir e ai problemi tecnici della Yamaha M1. Si spegne alla fine di un week-end iniziato subito male, sul fondo della classifica in quasi tutti i turni di prove libere. Impossibile far conciliare le condizioni da bagnato con la sua moto. Infine la caduta al via ha infranto le speranze.

L’alibi di ferro è che tutti i piloti di Iwata hanno riscontrato difficoltà insormontabili. “In gara Aleix Espargaró è scivolato davanti a me, ho frenato un po’ di più e sono caduto. Sono partito ma ho avuto un piccolo problema con il sistema di abbassamento posteriore, che è rimasto in posizione bassa. Quindi non sono riuscito a tenere il passo con un ritmo veloce“. 14° posto finale, alias ultimo, per via delle varie defezioni (Marquez, Bagnaia, Rossi, Crutchlow, Rabat, Espargarò, Savadori). Due punti che poco valgono contro l’imperterrito Joan Mir. “Il campionato non è finito ma ora è molto difficile. È così che è successo e non c’è niente che io possa fare“.

Secondo in classifica MotoGP a -37 dalla vetta, a pari punti con Alex Rins. Il premio di consolazione sarebbe finire secondo, ma domenica si torna a Valencia. Serve un cambio di rotta dopo la debacle iniziata ad Aragon, dove ha raccolto appena 8 punti. E inizia a pensare da pilota factory. “La Yamaha dovrebbe comportarsi meglio il prossimo anno. Dobbiamo vedere dove migliorare, perché le Suzuki sono forti entrambe, mentre noi se una vince le altre hanno difficoltà… . Con la Yamaha è così: o vinci o niente. Quando tutto è perfetto puoi lottare – ha concluso Fabio Quartararo -, altrimenti non puoi fare niente“.

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

moto guzzi motomondiale

MotoGP, la storia: Moto Guzzi, pochi anni ricchi di titoli mondiali

MotoGP, Igora Drive

MotoGP, calendario 2021 e l’ombra della WADA sull’Igora Drive

Chicho Lorenzo

Lorenzo sr.: “Le stelle di Valentino Rossi possono allinearsi”