Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “A Misano spingerò dalle FP1”

Fabio Quartararo chiude al comando il test di Misano e si dice pronto a spingere per il GP. Franco Morbidelli resta in attesa delle nuove soluzioni Yamaha.

31 agosto 2019 - 6:55

Nella seconda giornata di test a Misano Fabio Quartararo abbassa sensibilmente i tempi e sfiora il record del circuito, firmato da Jorge Lorenzo nelle qualifiche del 2018. Il rookie francese sigla il suo miglior crono in 1’31″639, 10 millesimi in più rispetto al record del maiorchino. Ancora una volta stupisce per la sua capacità di adattamento su ogni tracciato e in qualsiasi condizione, anche ad una speciale gomma extra-morbida portata appositamente da Michelin per questi due giorni di test.

Il pilota satellite Yamaha ha rifilato quasi mezzo secondo sull’inseguitore Danilo Petrucci (+0,476), oltre sette decimi a Valentino Rossi, quarto. Ha messo a segno circa 170 giri in due giorni e provato alcune novità di setting. “Abbiamo testato molto positivamente nuove impostazioni per la moto e anche una nuova Michelin. Non abbiamo potuto fare tanti giri come ieri, ma abbiamo trovato cose buone per la gara. Non vedo l’ora che arrivi il GP perché abbiamo fatto un buon lavoro nei test“, ha dichiarato Fabio Quartararo. Ma il tempo del venerdì conta poco in vista della gara: “Avremo un grip differente e so che Marquez non ha montato quella gomma“. Ma fra due settimane avrà già una buona conoscenza del tracciato: “Arriviamo alla FP1 con oltre 150 giri, non devo apprendere il circuito e posso spingere dal primo turno“.

MORBIDELLI ATTENDE LE NUOVE SOLUZIONI

Il compagno di squadra Franco Morbidelli ha concluso l’ultimo giorno del test al terzo posto e a 0,614″ di distanza. Ha seguito un programma di lavoro simile al francese e afferma di aver trovato alcune soluzioni per affinare il feeling con la M1. “Oggi siamo riusciti a migliorare le nostre prestazioni. Le condizioni erano piuttosto calde, quindi era più difficile di ieri, ma siamo migliorati“. Il grosso del lavoro è stato svolto da Rossi e Vinales, che hanno provato un nuovo scarico, il forcellone in carbonio e una copertura sull’anteriore. In caso di esito positivo verranno trasferiti anche sui prototipi del team satellite, con Morbidelli che ha una certa priorità. “In questo modo abbiamo molto più tempo per concentrarci su prestazioni e dettagli“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo e Johann Zarco “gemelli diversi”

Andrea Iannone

Aprilia brilla ad Aragon. Andrea Iannone: “Sarà una buona occasione”

Red Bull Rookies Cup: Billy van Eerde vince Gara 1 ad Aragón