MotoGP, Carmelo Ezpeleta

MotoGP, Ezpeleta: “Non posso accordare Valentino Rossi e Marc Marquez”

Carmelo Ezpeleta parla ad una settimana dall'inizio della nuova stagione MotoGP. E della rivalità fra Valentino Rossi e Marc Marquez.

17 marzo 2021 - 18:27

Carmelo Ezpeleta è stato ospite a ‘Los Desayunos de Europa Press’. Ad una settimana dall’inizio del campionato del mondo di MotoGP il boss della Dorna affronta diverse tematiche. A cominciare dall’emergenza Covid-19 che continua a incombere sul paddock del Motomondiale. Molti i piloti e i membri dei team che hanno deciso di vaccinarsi, ma non tutti hanno aderito (ad es. Joan Mir e Alex Rins). Dopo la seconda gara di Losail si farà la conta di quante persone sono state vaccinate. Tra i vaccinati anche Valentino Rossi e Marc Marquez.

Nel 2021 si continuerà a seguire un rigido protocollo di sicurezza sanitaria, con un calendario probabilmente incentrato sul Vecchio Continente, ad esclusione del doppio round in Qatar. Dorna deve fare i conti anche con le perdite economiche, ma la forza dei suoi azionisti ha permesso di andare avanti. “Anche quest’anno sarà difficile, ci riprenderemo quando potremo avere stagioni normali“.

Il ritorno di Marc

L’obiettivo è di compiere almeno 18 GP e ci sarà massima collaborazione tra MotoGP e F1. “Domenicali è un mio carissimo amico. C’è molto legame con la F.1., ora più che mai, come nelle questioni televisive, trasformazione digitale, calendari e palinsesti. Dobbiamo camminare insieme perché siamo complementari“. Ma la questione che nelle ultime ore tiene banco e ravviva la classe regina è il possibile ritorno di Marc Marquez alle corse. La stagione 2020, di per sé difficile per l’emergenza Covid, è stata macchiata anche dall’infortunio del fuoriclasse della Honda. “Ho molto apprezzamento per Marc, come per tutti gli altri, e gli auguro il meglio e non voglio metterlo sotto pressione. L’anno scorso ha fatto quello che pensava di dover fare. Tornerà quando sarà in forma, ed è quello che penso che farà“.

La ‘pax’ Rossi-Marquez

Ma il mondo della MotoGP a breve potrebbe perdere uno dei personaggi più carismatici della sua storia: Valentino Rossi. A 42 anni di età ha rinnovato per un anno insieme al team Petronas SRT, poi sarà il momento di vedere il suo team VR46 in Top Class. Massimo riserbo sulle trattative in corso. Fra lui e Marc Marquez non scorre buon sangue e di certo Carmelo Ezpeleta non può fare da paciere. “Sono entrambi molto importanti. Sono i più grandi, è qualcosa che devono decidere, ma loro e io sappiamo cosa è successo. Non ho intenzione di andare a dire loro: ‘ehi, vieni a fare pace“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia”. In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Twitter @EPdeportes

2 commenti

voiedegarag_15199617
8:16, 18 marzo 2021

“ma loro e io sappiamo cosa è successo”

Ezpeleta è veramente un appassionato nel dire questo, perché da un punto di vista da “padrone del circo” quel tipo di polemiche sono ORO.
Mai il non-rimpianto Balestre avrebbe lasciato intendere -per esempio- che sul contatto tra Prost e Senna a Suzuka 1989 c’era una realtà oggettiva tipo che Senna era enormemente più rapido e stava solo aspettando un’apertura per passare e andarsene – l’incidente era nell’esclusivo interesse di Prost e incidente fu.
E su Sepang 2015, tempi alla mano, c’è la stessa certezza oggettiva che il comportamento di Marquez fu sportivamente di una disinvolta bassezza.

Quanto al giudizio dei posteri, per l’immagine del “Marc bravo ragazzo col sorriso Colgate” c’è stato un prima e un dopo.
Almeno per quelli che le corse non le seguono da ieri, intendo.

    Makiland
    15:52, 18 marzo 2021

    Ottima analisi !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

danilo petrucci motogp

MotoGP, Petrucci: ultimo GP in casa e le ipotesi Dakar-MotoAmerica

motogp luca marini

MotoGP, Luca Marini: “Proverò a stare coi primi, posso imparare molto”

bagnaia motogp

MotoGP, Bagnaia: “Quartararo indietro? Devo spingere come se fosse 2°”