MotoGP, Carmelo Ezpeleta

MotoGP, Ezpeleta: “Nessuna indagine sul caso Marc Marquez”

Carmelo Ezpeleta chiarisce alcuni aspetti della prossima stagione MotoGP. E smentisce un'indagine della Honda sul caso Marc Marquez.

4 febbraio 2021 - 8:45

Carmelo Ezpeleta mette i puntini sulle ‘i’ a meno di due mesi dall’inizio della stagione MotoGP. L’annullamento dei test a Sepang “non è una grande perdita” grazie al congelamento dei motori e dell’aerodinamica. Si inizierà a porte chiuse e la situazione è sicuramente da bollino arancione. “L’anno scorso prima di andare in Qatar non pensavamo che potesse arrivare la pandemia. Adesso stiamo peggio, perché sappiamo già quanto sia grave la pandemia – spiega il boss della Dorna ad ‘AS’ -. E meglio nel senso che abbiamo già l’esperienza di fare un campionato con la bolla. Siamo meglio preparati, senza dubbio“.

Calendario e vaccini

Nel 2020 il Coronavirus ha colto alla sprovvista, costringendo a spegnere i semafori solo a luglio. Adesso si riparte a marzo, all’orizzonte una stagione MotoGP quasi interamente continentale. Argentina, Texas, Thailandia, Australia sono in via di cancellazione. “L’obiettivo quest’anno è fare un campionato di almeno 18 gare. Se riesci ad arrivare a 20, perfetto, ma almeno 18 e tra i mesi di marzo e novembre. L’ideale è questo e, se non può essere, ci adatteremo“. La speranza di Ezpeleta è di riuscire a vaccinare tutti gli addetti ai lavori a Mondiale in corso. “L’argomento del vaccino è ancora molto riservato al personale a rischio e non a persone normali. Spero che finiremo l’anno con tutti vaccinati, ma vedremo“.

Capitolo Honda

La presenza dei tifosi dipenderà dall’andamento della pandemia e dalle normative dei singoli governi. Ma nel prossimo campionato MotoGP mancherà ancora Marc Marquez? “Marc deve fare ciò che gli si addice e non preoccuparsi di nulla. Ovviamente è importante che Marc sia lì, ma non voglio mettergli pressione. Gli parlo regolarmente e lo trovo forte. È concentrato sul recupero il più possibile e non in attesa del calendario“. Nelle settimane scorse si parlava di una “caccia ai responsabili” in casa Honda (a cominciare dal dott. Angel Charte…), voce che Carmelo Ezpeleta smentisce. “È una bugia. Ho parlato con chi devo parlare in Honda e non c’è assolutamente nessuna indagine, assolutamente nulla. Non posso dirlo più chiaramente“.

2 commenti

makitari_15179021
12:09, 4 febbraio 2021

Meglio NON SAPERE ?
Vergognatevi tutti , allora !!!
Il pilota più forte degli ultimi 30 anni HA DIRITTO e anche DOVERE di essere tutelato e di essere “invitato” a dire la verità al mondo motociclistico … altrimenti vivremo una farsa tremenda fatta di omissis e di bugie comode.
Scusate, vado a vomitare …

    makitari_15179021
    12:10, 10 febbraio 2021

    EzPelato … vatti a nascondere fai ribrezzo ai rospi !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

sam lowes moto2

Moto2: Sam Lowes, ritorno sul podio. “Ripreso il filo dopo il Portogallo”

MotoGP, Ducati GP21 di Pecco Bagnaia

MotoGP, evoluzione e segreti della Ducati Desmosedici GP21

MotoGP, Valentino Rossi e la fidanzata Francesca

MotoGP, Petronas SRT: “Valentino Rossi lavora come una bestia”