MotoGP, Enea Bastianini

MotoGP, Enea Bastianini detta la ricetta per Jerez: “Davanti dal venerdì”

Enea Bastianini 9° in classifica MotoGP dopo tre gare. A Jerez un altro banco di prova, l'obiettivo è centrare la Q2 per partire davanti.

28 aprile 2021 - 8:55

9° posto nel Mondiale MotoGP con 18 punti, 10°-11°-9° piazzamento nelle prime tre gare in rimonta. Enea Bastianini gravita perennemente intorno alla top-10 e cerca di sfruttare al meglio il suo grande potenziale in sella alla Ducati GP19. Magari in attesa che nella seconda parte di stagione arrivi qualche aggiornamento da Borgo Panigale che gli consenta di compiere un ulteriore step. O quantomeno non perdere terreno dagli avversari, dal momento che la MotoGP è uno sport in continua evoluzione.

Nel 2020 a Jerez otteneva la sua prima vittoria in Moto2, nell’anno in cui si è confermato campione del mondo. Adesso arriva da rookie con l’obiettivo di tenere testa ai big. “Jerez è una pista che mi piace molto“, ha detto il 23enne del team Esponsorama. “Siamo tutti molto veloci lì, quindi sarà ancora più difficile essere davanti. Il nostro obiettivo è fare un buon tempo sul giro in qualifica. Non vedo l’ora di mettere alla prova la mia Ducati su questo tracciato“. Nella sfida interna al box finora Enea Bastianini sta avendo la meglio sul collega Luca Marini, anche se resta qualcosa da migliorare sul giro singolo. “Sono molto contento del lavoro che abbiamo fatto a Portimao. Eravamo un po’ indietro sulla griglia di partenza, ma alla fine siamo riusciti ad essere competitivi in ​​gara. Il mio obiettivo per Jerez è essere veloce sin dal primo giorno“.

All’interno del box del team “ibrido” diretto da Ruben Xaus c’è massima soddisfazione per i risultati del campione Moto2. Una scelta azzeccatissima quella di Ducati, che ha puntato sui due migliori piloti della middle class per competere in MotoGP. “Abbiamo dimostrato di essere competitivi in ​​gara, ma in questa classe è fondamentale essere davanti sin dall’inizio. I piloti hanno punti di riferimento particolarmente buoni a Jerez, conoscono molto bene il circuito sin dalle classi piccole“. Lunedì sarà un’importante giornata di test ufficiali, l’occasione utile per perfezionare il setting delle moto e provare eventuali aggiornamenti. “Dobbiamo trovare rapidamente un set-up – chiosa il team manager -, concentrarci sulla comprensione delle gomme e trovare il feeling per spingere la moto al limite“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Paolo Ciabatti e Jack Miller

MotoGP, Ducati: al Mugello è tempo di annunci. VR46 resta un’incognita

filip salac moto3

Moto3: Filip Salac, finalmente il podio! “Momento atteso per anni”

Oliveira KTM MotoGP

MotoGP, Miguel Oliveira: “I risultati non rispecchiano il nostro potenziale”