marquez espargaro motogp

MotoGP: Ecco il Repsol Honda Team di Marc Márquez e Pol Espargaró

Repsol Honda Team verso la sfida MotoGP 2021. Grande emozione per Espargaró, mentre Márquez predica pazienza: "Non sappiamo quando sarò pronto."

22 febbraio 2021 - 12:40


Una bella sfida attende il Repsol Honda Team nel Mondiale MotoGP 2021. Rinnovata a metà la coppia di piloti protagonista, con Pol Espargaró che affianca il pluricampione Marc Márquez. Con l’incognita del rientro di quest’ultimo dopo il serio infortunio accusato nel 2020, con tutte le complicazioni che sono seguite. Quello che non cambia è la livrea della RC213V, sostanzialmente la stessa degli ultimi anni.

“Non è un periodo facile per nessuno” ha sottolineato Tetsuhiro Kuwata. “Tante cose sono successe, per noi soprattutto l’infortunio di Marc. Guardiamo con fiducia al 2021, abbiamo lavorato tanto per questo e speriamo di tornate a lottare al top. Il congelamento dei motori è una bella sfida, ma ci siamo concentrati sullo sviluppo di altre aree, compreso il chassis. Cerchiamo di migliorare i nostri punti deboli.” Riguardo i piloti, “Pol è rapido, può lottare con Marc per il campionato: questo è il target per i prossimi due anni. Sfortunatamente abbiamo dovuto fare i conti con l’infortunio di Marc l’anno scorso e ci è voluto molto tempo. Quest’anno tornerà più forte di prima, gli obiettivi sono sempre gli stessi.”

“Impariamo ogni giorno, non solo nel 2020” ha aggiunto Alberto Puig. “Ci sono cose che succedono, fatti complicati non solo per noi ma per tutta la MotoGP, con la pandemia che ha cambiato le nostre vite. Per il Repsol Honda Team, anno scorso abbiamo perso subito il top rider. Un problema, che deve diventare un’opportunità, una lezione per il futuro. Pol è un pilota di esperienza, ci auguriamo che capisca presto la moto e che ci sia una bella battaglia anche all’interno del team.” Riferito a Márquez, “Ogni pilota passa per un grande infortunio. Non è stato così grave se vogliamo, ma certo molto lungo. L’unica cosa che so è che troverà un modo per essere quello di sempre, il team lo aiuterà ma dipende molto da lui, da cosa si aspetta da se stesso.”

Pol Espargaró è il nuovo arrivo della squadra. Non un esordiente nella classe MotoGP, ma certo è un bel passaggio per la sua carriera. “L’importante è tenersi calmo e cercare di avere tutto sotto controllo. Una cosa però abbastanza difficile, ma cerco di farlo il più possibile per essere concentrato sul mio lavoro. Sono molto emozionato, ho pensato tante volte a questa occasione ed ora vesto questi colori, il morale è alle stelle. Obiettivi? Non so bene cosa aspettarmi: la scorsa stagione è stata difficile a causa del Covid, la moto è nuova, ci saranno pochi giorni di test. Ma sono pronto per cercare di realizzare i miei sogni.”

Marc Márquez non offre certezze sul suo ritorno, né si aspetta di essere subito competitivo come sempre. “Il recupero procede passo dopo passo, stiamo seguendo il mio corpo, lavorando sempre di più, ma né i dottori né io sappiamo quando sarò pronto. Mi manca la squadra, mi mancano le corse, l’adrenalina, anche le interviste, un po’ tutto. È la prima volta che passo per un infortunio così importante: mi immagino il miglior ritorno, ma sarà difficile essere da subito a quel livello, servirà tempo per essere quel Marc. Obiettivi 2021? Tornare a divertirmi in sella, poi passo dopo passo ritornare ad essere veloce.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp

MotoGP: marzo si apre con le presentazioni Petronas SRT e Suzuki

villa - mondiale motogp

MotoGP, la storia: le sfide tra fratelli nella stessa categoria (parte 1)

MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sarà divertente nel box con Valentino Rossi”