motogp 2020

MotoGP: Due piloti a colloquio con la FIM a Jerez per sospette infrazioni

Piloti a colloquio con i FIM MotoGP Stewards a Jerez a fine luglio. Si sospettando violazioni delle regole riguardo allenamenti in pista e moto usate.

2 luglio 2020 - 12:42

Possibili violazioni del regolamento MotoGP? Questo è ciò che trapela a circa due settimane dalla ripartenza a Jerez. Un paio di piloti, di cui non sono stati resi noti i nomi, verranno ascoltati durante il GP di Spagna per questo motivo. Sembra infatti non siano state seguite le ultime regole riguardanti test privati e allenamenti in pista, oltre ai modelli di moto da utilizzare. I colloqui mirano a chiarire proprio questo, per capire se saranno necessarie eventuali sanzioni.

Ricordiamo che a fine maggio la Grand Prix Commission aveva pubblicato gli ultimi aggiornamenti in merito. I test per piloti Moto3 e Moto2 sono stati vietati per il 2020, almeno fino a nuovo ordine. Stessa cosa per la categoria MotoGP, ad eccezione dei piloti che appartengono a team con concessioni (vedi KTM e Aprilia recentemente a Misano). Nell’articolo 1.15.1 del Regolamento FIM Grand Prix inoltre è specificato nei dettagli quali tipi di moto sono permessi per gli allenamenti in pista.

Come detto, sembra però ci sia ben più di un sospetto a proposito di qualche infrazione di queste regole, in particolare da parte di un paio di piloti. In occasione del Gran Premio a Jerez, in programma nel weekend del 19 luglio, ne sapremo un po’ di più. Tutte le parti verranno ascoltate e saranno poi svolti gli approfondimenti necessari per chiarire tutta la faccenda.

1 commento

fabu
14:24, 2 luglio 2020

cioè li sentiranno tra due settimane per decidere a fine mese a campionato iniziato? ma lo sanno che esiste la videoconferenza?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Brad Binder e Michele Pirro

MotoGP Austria: analisi e commenti delle Prove Libere 1

Moto2, Austria: Prove 1 nel segno di Sam Lowes

MotoGP, Misano

MotoGP Misano: Biglietti, come acquistarli o chiedere il rimborso