Circuito di Misano

MotoGP, due giorni di test a Misano: tribuna C aperta al pubblico

La classe MotoGP ritorna in azione sul circuito di Misano per due giorni di test. In pista Honda, Aprilia e Ducati, cancelli aperti per 500 spettatori.

19 luglio 2021 - 13:32

La MotoGP ritornerà in scena dal 6 all’8 agosto con il Gran Premio d’Austria, per il decimo round stagionale del 2021. Ma Ducati, Aprilia e Honda saranno in pista al Misano World Circuit martedì 20 e mercoledì 21 luglio per due giorni di test. Ancora una volta assente Yamaha, che finora ha limitato le uscite di Cal Crutchlow. Ma nell’occasione mancheranno anche KTM e Suzuki con Dani Pedrosa e Sylvain Guintoli.

In azione ci saranno Honda, Aprilia e Ducati rispettivamente con Stefan Bradl, Matteo Baiocco e Michele Pirro. Ma la casa di Borgo Panigale schiera quasi l’intera artiglieria, con Jack Miller, Pecco Bagnaia, Luca Marini, Enea Bastianini Jorge Martin, Tito Rabat e Matteo Ferrari con moto stradali. L’azienda emiliana, al termine della prima parte di campionato MotoGP, si ritrova con ben tre piloti nella top-5, all’inseguimento della Yamaha di Fabio Quartararo. Il doppio round austriaco sarà fondamentale per tenere viva la corsa al titolo mondiale.

Due giorni di test MotoGP aperti al pubblico seppure in misura limitata. In Tribuna C cancelli aperti per 500 spettatori, al raggiungimento del limite verrà vietato l’accesso ad altre persone. In occasione del GP di San Marino, in programma dal 17 al 19 settembre, i fan possono acquistare i biglietti sulla piattaforma TicketOne. Il Governo nei prossimi giorni annuncerà la capienza massima prevista per il week-end di gara.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

alessandro zaccone motoe

MotoE, Alessandro Zaccone: addio al campionato, ma è andata bene…

pecco bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: caccia ad un altro colpaccio, stavolta in casa

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Con Valentino Rossi non c’è lavoro di squadra”