MotoGP: Ducati, caccia al terzo successo consecutivo in Catalunya

Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci determinati ad essere protagonisti anche al Montmeló. Il duo Ducati punta a contrastare il leader Márquez anche a casa sua.

12 giugno 2019 - 14:32

Nelle ultime due stagioni la rossa di Borgo Panigale ha trionfato sul Circuit de Barcelona-Catalunya, nel 2017 con Andrea Dovizioso e nel 2018 con Jorge Lorenzo. Ora si cerca il tris, forti anche dell’emozionante vittoria conquistata da Danilo Petrucci al Mugello, la terza in tre annate per Ducati sul tracciato italiano. Un altro dolce ricordo per la squadra tricolore è il primo successo di Loris Capirossi, che si è imposto al Montmeló nel 2003. Da ricordare che, dopo sei round, Ducati è seconda nella classifica Costruttori con 115 punti, mentre il team Mission Winnow Ducati è al comando della classifica Squadre con 185 punti.

Andrea Dovizioso, secondo in classifica iridata a 12 punti dal leader Márquez, si è lasciato alle spalle la gara numero 300 con un terzo posto. Ora è pronto a dare filo da torcere allo spagnolo proprio sul ‘suo’ tracciato. “Ducati ha vinto gli ultimi due GP al Montmeló” ha ricordato il pilota forlivese. “Sono convinto che anche quest’anno saremo competitivi in gara, anche se la temperatura sarà un fattore chiave. Le previsioni dicono che farà tanto caldo, quindi sia rendimento che gestione delle gomme faranno la differenza. Siamo in un momento chiave della stagione e dobbiamo continuare a guadagnare punti. Stiamo lavorando bene, ma dobbiamo continuare a migliorare la nostra velocità a centro curva per poter essere competitivi su ogni tracciato.”

Danilo Petrucci, reduce dal primo trionfo nella categoria regina, è pronto a rimettersi in gioco sul tracciato catalano. Eccezion fatta per il ritiro nel 2017, ha sempre chiuso in top ten da quando è un pilota Ducati. “Ho davvero tanta voglia di tornare in gara dopo la mia prima vittoria al Mugello” ha dichiarato. “È stato un risultato molto importante per me, ora mi sento più leggero.” Come sempre, occhio al leader iridato: “Anche al Montmeló Márquez sarà un avversario temibile. Dobbiamo ripartire dalla velocità mostrata in Italia, ma non sarà facile perché è un tracciato molto impegnativo quando le temperature sono particolarmente alte. Ci aspetta una bella battaglia, ma siamo ancora più consapevoli delle nostre potenzialità: l’obiettivo resta il podio, come nelle ultime gare.”

Foto: Marco Lanfranchi

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ktm test motogp valencia

MotoGP, Spy Attitude: KTM, innovazione continua per il 2020

MotoGP, Andrea Iannone e Aleix Espargaro

MotoGP, Aprilia punta al team satellite: “Bisogna convincere Piaggio”

jordi torres

MotoE: Il team Pons schiera Jordi Torres nel 2020