3 commenti

Mattia B.
19:48, 19 agosto 2020

da ducatista spero vivamente che vinca il mondiale e quindi obblighi i vertici aziendali a rivedere le loro scelte e gli srotolino davanti il tappetto rosso con corredo di ancelle saltimbanco giullari e contratto reale a vita che Andrea merita già da mo’.

    dinosaur_14861264
    8:38, 20 agosto 2020

    Ducati, come Casa, proprio non si merita nulla!

    lorenzoursan_14190819
    22:48, 19 agosto 2020

    A questo punto soltanto un interessamento diretto dai vertici del gruppo cui Ducati appartiene potrebbe forse cambiare la situazione e ricomporre la rottura. Ma questo significherebbe togliere fiducia a potere decisionale a chi comanda e prende le decisioni in Italia e potrebbe aprire ad un ricambio ai livelli più alti a Borgo Panigale. Niente da fare, troppo estro e troppa passione (e spesso troppa presunzione ed eccesso di personalità) qui nel belpaese. Che si tratti di settore pubblico o privato noi italiani per la governance non siamo proprio portati….