motogp stiria

MotoGP, Dovizioso: “Non penso al futuro, concentrato sul 2020”

Fabio Quartararo, Andrea Dovizioso, Brad Binder, Valentino Rossi, Jack Miller e Joan Mir in conferenza stampa. Le loro parole.

20 agosto 2020 - 17:57

Pochi giorni fa eravamo al Red Bull Ring, si riparte proprio da questo tracciato. Questo fine settimana si disputa infatti il Gran Premio MotoGP di Stiria, che comincia come di consueto con la conferenza stampa inaugurale. Presenti all’evento odierno il leader iridato Fabio Quartararo, il fresco vincitore di Spielberg Andrea Dovizioso, Brad Binder, Valentino Rossi, Jack Miller e Joan Mir. Non si manca di sottolineare che si disputerà il GP numero 900 per la classe regina del Motomondiale: il 346° per Rossi, il 219° per Dovizioso.

Fabio Quartararo è ancora al comando della classifica generale, ma è reduce da un GP difficile. La speranza è di non avere altri problemi ai freni. “È stato frustrante” ha ammesso il pilota francese. “In ogni caso una gara strana dopo l’incidente, ma certo i problemi ai freni non sono stati il massimo. Nella seconda gara non riuscivo neanche a stare dietro agli altri piloti. Peccato però perché il ritmo era da top 5. Il campionato quest’anno davvero aperto, su questa pista andrea è molto rapido e credo si ripeterà anche su altri tracciati. Sono tanti però i team competitivi che possono fare bene. Puntiamo ad un buon risultato, migliorando per arrivare a lottare per podio.”

Andrea Dovizioso ha conquistato il primo successo 2020, giusto quando ha confermato ufficialmente il non rinnovo con Ducati… “Sono state emozioni strane dopo la gara” ha affermato, sottolineando però che “Non penso al futuro, ora sono totalmente concentrato su questa stagione. Proveremo qualcosa anche questo fine settimana, abbiamo mostrato di avere una buona velocità ma ci manca qualcosa a metà curva ed in uscita. È qualcosa su cui dobbiamo lavorare anche pensando alle prossime piste che incontreremo. Alcuni rivali saranno più forti questo fine settimana, saranno più ‘affamati’, ma attenzione anche il tempo, visto che dovrebbe fare più caldo. Sarà certamente un GP diverso rispetto a qualche giorno fa.”

Brad Binder è reduce da un quarto posto in rimonta, un risultato per lui stesso inaspettato. Ma si corre di nuovo al Red Bull Ring e vuole migliorare ancora. “Il venerdì è stato molto difficile, ogni volta che andiamo su una nuova pista incontriamo parecchie problematiche. Certo non è facile, soprattutto se sei costretto a girare poco per lavorare sul set up della moto, ma sabato è andata meglio. Finire 4° in gara poi è stato quasi uno shock, non me l’aspettavo, anche perché è stata una gara strana. Dobbiamo ora capire dove migliorare per fare meglio questo fine settimana. Ripartiamo da una buona base sviluppata durante lo scorso GP, possiamo fare bene.”

Valentino Rossi ha rischiato grosso pochi giorni fa e non ha nascosto lo spavento dopo quanto successo. “È stato difficile concentrarsi dopo il botto. Avevo visto la Ducati di Zarco passare sopra la testa di Maverick, ma non la M1 di Franco davanti a me, era troppo vicina. In ogni caso siamo stati fortunati. Su questa pista per noi è difficile, non abbiamo mai mostrato un ritmo tale da lottare per il podio o per la vittoria. Nella seconda parte di gara però non è andata malissimo, abbiamo conquistato un po’ di punti. Certo è strano ripartire sulla stessa pista, ma abbiamo raccolto tanti dati e puntiamo ad avvicinarci ai primi. È strano anche dire che ho disputato tutte le gare MotoGP: è motivo di orgoglio ma vuol dire anche che sono vecchio!”

Jack Miller è reduce dal primo podio in questa stagione, un bel passo avanti dopo una serie di GP complicate. “Avevamo bisogno di un risultato di questo tipo dopo alcune gare piuttosto difficili” ha ammesso il pilota australiano del team Pramac. “Abbiamo rischiato anche con le gomme, poi ho dato il massimo ed è arrivato il podio. Da dire anche che la moto si sta dimostrando particolarmente competitiva su questa pista e dobbiamo cercare di esserlo nuovamente questo fine settimana. Certo diamo anche un’occhiata ai dati degli altri piloti per capire dove possiamo migliorare, ma in generaler vedremo cosa potremo fare questo weekend.”

Joan Mir ha invece ottenuto il suo primo podio nella classe regina, un risultato cercato a lungo ed alla fine arrivato pochi giorni fa al Red Bull Ring. “Lo scorso fine settimana abbiamo svolto un ottimo lavoro, per me è stato senza dubbio il miglior Gran Premio e finalmente abbiamo conquistato un buon risultato! Lo cercavamo da tempo, ma per vari motivi continuava a non arrivare. Vediamo se riusciamo a ripeterci ancora e più di una volta, la nostra speranza è che questo sia solo l’inizio. Abbiamo una moto competitiva, ma abbiamo visto che perdiamo qualcosa nei primi due settori. Da dire che domenica ho potuto studiare un po’ le due Ducati davanti a me ed abbiamo raccolto varie informazioni utili per questo fine settimana.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

arbolino moto3

Moto3 Barcellona, FP3: Brillano Arbolino e Fenati, top 3 iridata in Q1!

tulovic motoe cev moto2

MotoE, Lukas Tulovic: intervento rinviato, salta il CEV Moto2 ad Aragón

MotoGP, Franco Morbidelli e Ramon Forcada

MotoGP, Forcada: “Morbidelli come Lorenzo, Stoner talento vero”