dovizioso petrucci motogp

MotoGP: Dovizioso e Petrucci, l’addio a Ducati passa per Portimao

Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci all'ultimo GP con Ducati. Un evento speciale a Portimao, su una pista nuova per la MotoGP. "Partiremo tutti da zero."

19 novembre 2020 - 10:56

Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci saluteranno Ducati a conclusione del Gran Premio del Portogallo. Un cambiamento in toto per la line-up 2021, ma certo ci si aspettava di chiudere in maniera ben diversa. Invece il pilota di Forlì è 6° in classifica iridata, ex aequo con Quartararo, a due punti da Viñales 4° e tallonato da Pol Espargaró. Si pensava che, senza Marc Márquez, sarebbe stato tra i grandi protagonisti della stagione… Invece chiuderà così la sua esperienza MotoGP, visto l’annuncio dell’anno sabbatico. Anche per ‘Petrux’, 12° iridato al momento, ultimo atto in rosso: l’anno prossimo lo troveremo in KTM Tech3.

Nonostante il periodo complesso, Dovizioso ci crede ancora. “Possiamo giocarci la seconda o la terza posizione in campionato” ha dichiarato il pilota #04. “Sarebbe bello poter concludere la mia avventura in Ducati ed una stagione così difficile centrando questo obiettivo.” Ammette anche che “Sarà la mia ultima gara in sella alla Desmosedici GP, sicuramente sarà molto emozionante. Correremo su un circuito nuovo per la MotoGP e questo renderà il fine settimana ancora più speciale. Spero di potermi divertire! Non vedo l’ora di entrare in azione.” Ultimo atto dopo 8 anni in rosso, ci si augura che riesca a chiudere con un acuto, tra i protagonisti.

Stesso discorso per Petrucci, il cui unico risultato di rilievo è la vittoria a Le Mans. Stavolta si gira su una pista nuova per tutti. “Nonostante il test a Portimão qualche settimana fa, nessun pilota ha esperienza in sella ad una MotoGP su questo tracciato. Partiremo quindi tutti da zero, con pochissimi riferimenti a disposizione.” Una bella novità, unita all’emozione. “Sarà anche la mia ultima gara in Ducati dopo sei anni, due trascorsi nel team ufficiale, e mi aspetto un fine settimana emozionante sotto tanti aspetti. Voglio pensare solo a concludere questa avventura con un bel risultato, cercherò di dare il massimo per ottenerlo.”

Foto: Ducati Corse

2 commenti

fzanellat_12215005
14:50, 19 novembre 2020

Questa stagione non è la normalità per molti fattori,ma
i test nei primi mesi del 2020 avevano già creato apprensione. Anche se si fosse partiti normalmente
in Qatar sarebbe cambiato ben poco.
La desmosedici non si adatta alle nuove gomme e i
risultati sono i peggiori delle ultime 5 stagioni.
L’altro grande errore è stato quello di appiedare i piloti
prima della fine dell’anno,destabilizzando l’ambiente
già in apprensione per scarse prestagioni.
2 vittorie sono un passivo negativo se si considera quanti pochi podi sono stati fatti.

Max75BA
12:03, 19 novembre 2020

…soprattutto vincere il titolo marche sarebbe un gran sollievo dopo una stagione decisamente opaca…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Dani Pedrosa a Jerez

MotoGP, ultimo test KTM a Jerez. Dani Pedrosa ancora senza contratto

MotoGP, Jack Miller

MotoGP, Jack Miller: 2020 tra chili di troppo e mancanza di aderenza

MotoGP, Danilo Petrucci

Danilo Petrucci vola in Sardegna: sarà al Rally Sandalion