Andrea Dovizioso a Sepang

MotoGP, Dovizioso-Ducati: si vaglia l’ipotesi di rinnovo annuale

Mercato piloti MotoGP ancora in pieno fermento. Andrea Dovizioso non ha ancora rinnovato con Ducati, Ciabatti non esclude un rinnovo annuale.

7 giugno 2020 - 11:13

Ducati vorrebbe proseguire l’avventura con Andrea Dovizioso che, dalla stagione MotoGP 2021, andrebbe ad affiancare Jack Miller. Ma tra le parti non c’è ancora nessun accordo, il tira e molla sulle cifre prosegue. Il vicecampione forlivese può alzare la posta confidando su una via di uscita in KTM. Dal canto suo il team emiliano sa che se Dovi vuol puntare al titolo mondiale può farlo solo con la Desmosedici. L’impressione è che Ducati voglia esaudire le richieste del suo pilota di punta, ma a cadenza annuale. Così facendo Andrea rischierebbe di restare fuori dai giochi tra un anno. E intanto Danilo Petrucci resta in attesa che si liberi un posto in KTM o Aprilia.

GRANDI MANOVRE IN CASA DUCATI

All’età di 34 anni Andrea Dovizioso sembra già fuori dai progetti futuri della Ducati. Oltre alle cifre c’è da discutere la durata del rinnovo contrattuale. Da parte dei vertici di Borgo Panigale c’è massima apertura a firmare per un anno. “Saremo aperti a discussioni in questo senso“, ha dichiarato Paolo Ciabatti a Speedweek.com. “Se ‘Dovi’ preferisce un accordo di un anno, saremo lieti di concordarlo. Qualora preferisse avere un accordo per due anni, deve essere super motivato, perché la sua età si avvicina ai 40 anni. Ma onestamente, siamo disponibili per tali discussioni… Se Dovi firmerà di nuovo per due anni, sarà il pilota più fedele della MotoGP dopo Dani Pedrosa“.

Ma nel box della Rossa si cercano risultati e non record storici che non portano titoli. La scelta di Jack Miller fa discutere un’ampia fetta dei suoi fan. Ma dopo il grosso investimento di Jorge Lorenzo e l’emergenza Coronavirus c’è necessità di ammortizzare i costi. Il pilota australiano ha accettato il salto nel team factory ritoccando di poco l’ingaggio, con scadenza di contratto alla fine del 2021, pur vantando un’opzione per la stagione MotoGP 2022. Andrea Dovizioso costa “troppo” per le esigenze della scuderia italiana. La trattativa con Simone Battistella va avanti e non è scontato che vada a buon fine. “Sarebbe un passo importante per noi – ha concluso Ciabatti -. Ma come ho detto: non abbiamo ancora concluso i negoziati“. Intanto sulla graticola finisce anche Pecco Bagnaia: l’ex campione Moto2 dovrà giocarsi la sella del team Pramac con Johann Zarco.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Davide Tardozzi

MotoGP, lutto in Ducati: è deceduta la moglie di Davide Tardozzi

Valentino Rossi al Ranch di Tavullia

“Valentino Rossi mi ha allucinato”: l’ex pilota ricorda una giornata al Ranch

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Chicho: “Jorge Lorenzo e Ducati stanno trattando”