dovizioso motogp

MotoGP: Dovizioso, che succede? “Non siamo abbastanza veloci”

Andrea Dovizioso solo 14° in griglia di partenza. La delusione è tanta. "Feeling migliorato, ma problemi in entrata in curva. Forse novità nel warm up."

25 luglio 2020 - 20:19

A podio domenica scorsa, 14° in griglia di partenza dopo le qualifiche di Jerez2. Andrea Dovizioso non sta vivendo un fine settimana facile: finito in Q1 dopo le FP3, non è riuscito a passare il turno, chiudendo quindi davvero indietro. Se facciamo poi un paragone coi compagni di marca, vediamo che Bagnaia è addirittura in prima fila, Miller è 7° e Petrucci, ripresosi dagli ultimi problemi fisici, è 11°. Che succede al vice-campione del mondo?

“Tanti rivali hanno fatto qualche piccolo passo avanti” ha dichiarato Dovizioso a motogp.com a fine giornata. “Noi abbiamo lavorato sul set up ed il mio feeling è migliorato. Non riesco però a gestire l’entrata in curva e la frenata: questo crea parecchi problemi, non riusciamo ad essere né costanti né abbastanza veloci e così è difficile realizzare un buon giro. Nel pomeriggio le condizioni sono peggiorate, nessuno ha stampato un gran tempo.”

“Certo sono molto deluso” ha ammesso. “Scattare dalla quattordicesima casella non è positivo e complica molto la gara. Mi preoccupa di più la gestione in entrata in curva: ci stiamo lavorando, forse proveremo qualcosa di nuovo nel warm up ma non ne siamo sicuri. Sarà già domenica e dovremo cercare di conquistare più punti possibili, ma dobbiamo impegnarci a migliorare soprattutto in ottica futura. È un momento difficile.”

Quattro moto tutte uguali, tra Ducati Team e Pramac Racing, ma questo weekend è lui quello più in difficoltà. “Ognuno ha il suo stile di guida e la sua sensibilità, che condiziona il set up della moto” ha sottolineato ‘Dovi’. “Se troviamo un modo per usare il mio potenziale, allora riuscirò ad utilizzare il potenziale della moto. Stiamo lavorando e studiando anche i rivali per vedere come fanno ad essere più rapidi nel tempo sul giro.” 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo e Andrea Iannone

MotoGP, Jorge Lorenzo-Aprilia si può fare: “Sarei il coach di Iannone”

canet moto2

Moto2, classifica rookie: Canet sempre in vantaggio, Dalla Porta quota 5

jorge martin moto2

Moto2: Jorge Martín, ultime gare prima della MotoGP. “Ducati l’opzione migliore”