MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, dott. Costa: “Marc Marquez in condizioni preoccupanti”

Marc Marquez, dopo la gara MotoGP al Mugello, ha ammesso di proseguire la cura antibiotica. Secondo il dott. Costa è segno di una condizione preoccupante.

1 giugno 2021 - 16:59

Le condizioni di Marc Marquez non sono ancora ottimali e lo dimostrano le sue prestazioni in MotoGP, le cadute, le difficoltà a guidare una Honda RC213V con il suo indomabile stile di guida. Tre interventi all’omero in cinque mesi, la paura di non poter più tornare in pista, poi l’atteso ritorno a Portimao. Sembrava la fine di un incubo e in fondo può tirare un sospiro di sollievo. Ma la luce in fondo al tunnel è ancora lontana e a svelare qualche dettaglio in più è lo stesso fuoriclasse di Cervera. Al termine della gara al Mugello ha ammesso non solo di avvertire dolori al braccio e alla spalla, ma di proseguire la cura antibiotica.

Un dettaglio che non è passato inosservato alle orecchie del dottor Claudio Costa, fondatore della Clinica mobile. Sebbene la sua sia un’opinione esterna e senza conoscere i dati clinici del sei volte campione MotoGP, il suo parere resta considerevole. Secondo il dottore la situazione di Marc Marquez sarebbe preoccupante, “a meno che al prossimo controllo di Barcellona non sospendano gli antibiotici“, spiega a Sky Sport MotoGP. “Mi è giunta voce che il pilota assume antibiotici. Preoccupazione: l’infezione non è affatto spenta. Preoccupazione per un’infezione dell’osso vicino a una placca e viti. Terribile condizione. Se non guarisce? Via la placca e fissatori esterni: la storia di Doohan. Adoro questo pilota e spero che il controllo clinico dopo Barcellona sia benevolo. Guarigione vera e Marc sul podio“.

Non è quindi da escludere un altro intervento qualora l’infezione non dovesse scomparire. Ma sottolineiamo che si tratta di un’ipotesi priva di fondamento clinico. Comunque sia, per Marc Marquez sarebbe l’inizio di un altro lungo calvario. Nelle ultime due gare ha chiuso a zero punti a causa delle cadute rimediate. Al Mugello è finito al centro di una querelle. La speranza è di poter rivedere presto il campione che conoscevamo.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi: mani in pasta sul Mondiale, resta il rebus Aramco

alex rins motogp

MotoGP: Alex Rins è diventato papà, ecco arrivato il piccolo Lucas

voight agius cev moto3

Moto3, Paolo Simoncelli conferma Voight e Agius per il CEV 2022