Davide Brivio

MotoGP, Davide Brivio: “Valentino Rossi in Suzuki? Sono invenzioni”

Davide Brivio smentisce l'ipotesi Valentino Rossi team manager di una squadra satellite di Suzuki. Per il biennio 2021-2022 si proseguirà con Rins e Mir.

19 agosto 2019 - 15:12

Davide Brivio ha l’obiettivo di blindare Alex Rins e Joan Mir anche nel biennio 2021-2022, prima che il mercato piloti possa portar via due piloti pregiati. D’altronde la vicenda di Maverick Vinales, che ha scelto di lasciare la GSX-RR per passare alla Yamaha, è piuttosto emblematica sui rischi di intraprendere una nuova strada. Adesso il pilota di Figueres lotta con una M1 che non soddisfa le sue richieste e sogna un titolo iridato che difficilmente arriverà a breve termine.

La storia contemporanea del Motomondiale attesta inoltre che quando un fuoriclasse cambia livrea nascono i guai. Basti citare il caso di Jorge Lorenzo, passato sulla Honda iridata convinto di poter brillare. E invece si guarda già intorno per ritornare sui propri passi. Prolungare ulteriormente i contratti converrebbe sia alla Suzuki, da un lato, sia a Rins e Mir, dall’altro. “Non abbiamo ancora iniziato a parlarne, è un po’ presto – ha ammesso Davide Brivio al ‘Marca’ -. Siamo molto contenti di Rins e Mir, quindi sarebbe molto bello continuare tutti insieme . Da parte nostra, vorremmo continuare con entrambi il buon lavoro che stiamo facendo“.

VALENTINO ROSSI IPOTESI IMPOSSIBILE

La perdita di Maverick Vinales ha inizialmente pesato sui risultati della casa di Hamamatsu, ma alla lunga si sta rivelando un buon investimento per il team. “Ora qualsiasi pilota prima di lasciare Suzuki ci pensa due volte – ha sottolineato il team manager -. Da quel punto di vista, direi che è stato molto utile. Con Maverick, abbiamo un prezioso ricordo, abbiamo vinto la prima gara, è una persona a cui dovremmo essere tutti grati, ma siamo contenti della situazione attuale. La prima cosa che faremo, quando sarà il momento giusto, parleremo con Alex e Joan“.

Per il futuro si lavora anche sulla ricerca di un main sponsor che possa innalzare il budget. E su un team satellite per velocizzare lo sviluppo della GSX-RR. Durante la pausa estiva del Mondiale alcune voci hanno ipotizzato un possibile approdo di Valentino Rossi come team manager di un team satellite per la Suzuki. Davide Brivio smentisce categoricamente l’ipotesi. “Hanno detto che forse Valentino sarebbe andato in Suzuki, che si sta ritirando, che Lorenzo non sarebbe tornato. Dovevano inventarsi qualcosa…“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

maverick vinales aragon

MotoGP Aragón, Prove 2: Yamaha davanti, cade Márquez

kaito toba

Moto3: GP di Aragón concluso per Kaito Toba

Andrea Dovizioso ad Aragon

Andrea Dovizioso: “Marquez fa un’altra gara, non capiamo perché”