Rins Mir Suzuki MotoGP

MotoGP, Davide Brivio: “Curiosi di vedere il nostro livello attuale”

Dove può arrivare Suzuki quest'anno? Parola alla pista da domani: Alex Rins e Joan Mir pronti ad essere protagonisti da subito.

14 luglio 2020 - 16:40

Suzuki si candida ad essere nuovamente protagonista in questa stagione MotoGP 2020. Certo c’è stata una lunga pausa, il calendario è cambiato, i piloti non hanno corso per un periodo di tempo inconsueto e ci sono molte nuove regole da seguire, oltre a non avere fan sugli spalti. Ricordiamo però che i test invernali sono stati molto incoraggianti ed anche il collaudatore Sylvain Guintoli ha espresso commenti più che positivi sulla nuova GSX-RR. Vedremo come si comporteranno Alex Rins e Joan Mir, a partire dai test di mercoledì 15 luglio.

“È strano iniziare a luglio” ha ammesso il team manager Davide Brivio. “Dovremo vedere le conseguenze di questa lungo stop soprattutto sui nostri piloti. La moto però si è dimostrata competitiva nei test invernali e siamo molto curiosi di vedere il nostro livello attuale. La stagione sarà più corta, ma ce l’aspettiamo comunque molto emozionante, con gli stessi protagonisti di sempre. Sia Alex che Joan si sono allenati molto e tutti non vediamo l’ora di cominciare!”

Alex Rins ha ottenuto un secondo posto l’anno scorso. Quale miglior inizio di stagione che ripetere (o perché no, migliorare) quanto fatto nel 2019? “Mi sento più preparato che mai” ha dichiarato lo spagnolo, 4° iridato la scorsa annata. “Mi sono allenato molto nonostante il lockdown. Il tracciato di Jerez presenta un layout spettacolare, con tante curve veloci: mi sono sempre trovato bene. È passato tanto tempo da quando ho guidato la MotoGP, ma già nella giornata di test lavoreremo per ritrovare il giusto feeling, prima di pensare al set up.”

Joan Mir ha chiuso il 2019 in top ten iridata nonostante un importante infortunio che l’ha tenuto fermo per qualche gara. Il maiorchino, l’anno scorso ritirato a Jerez, chiaramente cerca un risultato nettamente diverso. “Fisicamente mi sento bene, la pausa mi ha permesso di allenarmi di più, non solo in palestra anche disputando il motocross, una delle mie passioni. Jerez mi piace molto e spero di riuscire a fare bene. Nel test di mercoledì cercheremo la conferma del setting, oltre al ritmo per essere competitivi fin da venerdì.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP Austria: analisi e commenti delle Prove Libere 2

lowes moto2

Moto2, Austria: Sam Lowes si ripete anche nelle FP2

miller motogp

MotoGP, Austria: Miller e le KTM Tech3 nelle FP2 ‘bagnasciutte’