MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci alla riscossa: Ducati perde top speed?

Danilo Petrucci conquista la prima fila a Le Mans e sogna la sua seconda vittoria in MotoGP. Ma confessa: "Ducati in difficoltà sul rettilineo".

11 ottobre 2020 - 8:55

Danilo Petrucci riconquista una prima fila in MotoGP dopo oltre un anno dal GP del Mugello 2019. Quel sabato fu coronato da una vittoria, stavolta a Le Mans sarà più difficile ma non impossibile ripetersi. Le basse temperature aiutano lo stile di guida del pilota Ducati, che solitamente stressa le gomme perdendo aderenza anzitempo. Sarà in griglia al fianco del suo collega Jack Miller per provare a insidiare il poleman Fabio Quartararo. “Sapevo che potevo passare un buon weekend qui a Le Mans. Al mattino non sono riuscito a fare un buon tempo a causa delle tante bandiere gialle dopo le cadute, quindi sono dovuto andare in Q1“.

A Le Mans con nuove soluzioni

Due podi nelle due precedenti stagioni in terra francese, il layout transalpino sembra cucito a misura di Petrux. “Mi è sempre piaciuta molto Le Mans nel Mondiale MotoGP. L’unico problema è che di solito andiamo qui a maggio, ora siamo qui ad ottobre. Adesso va meglio che a Barcellona, ​​dove ho perso molto tempo in rettilineo. E abbiamo anche trovato qualcosa in frenata che mi rende più veloce. Prima di questo fine settimana sapevamo esattamente cosa fare qui. L’abbiamo fatto per avere un buon feeling sui freni. Questo è molto importante su questa pista, puoi attaccare o perdere molte posizioni“.

Problemi in rettilineo

L’assenza di lunghi rettilinei e le poche curve strette sembrano il punto forte del binomio Ducati-Danilo Petrucci. Inoltre l’asfalto più freddo sembra controbilanciare il problema del suo peso corporeo, evitando il surriscaldamento degli pneumatici. In una stagione MotoGP imprevedibile e bizzarra, la Rossa di Borgo Panigale sembra aver perso il primato in termini di top speed. “Ci siamo resi conto che stavamo faticando al Red Bull Ring, dove perdevo molto tempo sul rettilineo. A Barcellona abbiamo avuto lo stesso problema e non abbiamo capito bene il motivo. Questo è stato uno dei nostri punti di forza la scorsa stagione, ma quest’anno avevo molti piloti davanti a me. Non c’è dubbio – conclude Danilo Petrucci – che questa sia una delle debolezze quest’anno“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Bradley Smith

MotoGP, Bradley Smith e le ultime lamentele su Aprilia

alex marquez motogp

Spy MotoGP: Un nuovo telaio per i piloti Honda ad Aragón

savadori motogp

MotoGP: Lorenzo Savadori, Aprilia gli ‘regala’ Valencia e Portimao