Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci: “A Misano per fare come al Mugello…”

Danilo Petrucci ammette che il 3° posto in classifica ha causato pressioni. A Misano ricomincia l'assalto al vertice, con in mente l'impresa del Mugello.

10 settembre 2019 - 15:43

A Misano Danilo Petrucci cerca la svolta dopo un inizio di seconda parte del campionato in sordina. La vittoria al Mugello, i podi di Le Mans e Barcellona lo avevano proiettato in terza posizione di classifica e con un certo vantaggio. Ma al rientro dalla pausa estiva il pilota umbro ha sofferto particolarmente il consumo delle gomme, ha commesso qualche errore di troppo soprattutto nelle qualifiche. Non sembrava più quel rider capace di giocarsela alla pari con il compagno di team.

Nel finale di gara a Silverstone sembra aver ritrovato le buone sensazioni, nei test di Misano ha trovato alcune soluzioni interessanti. “I test sono stati utili per capire che abbiamo dei limiti su cui in Ducati stanno lavorando – ha spiegato Danilo Petrucci a Sky Sport -. Noi piloti dovremmo arrivare più preparati, dopo Silverstone abbiamo fatto tanto allenamento, ieri siamo stati in Toscana per allenarci“. Nel 2017 a San Marino Petrux ha sfiorato la sua prima vittoria in MotoGP, prima di essere beffato all’ultimo giro da Marc Marquez. Adesso il pilota Ducati approda con un bagaglio di esperienze decisamente più pesante. “Mi sento molto meglio fisicamente. A Silverstone mi si sono liberate le idee, abbiamo fatto una seconda metà di gara veloce,  i test sono andati bene, anche gli allenamenti“.

PETRUX SUONA LA CARICA

L’ottavo posto di Brno, il nono in Austria e il settimo in Gran Bretagna hanno frenato lo slancio verso le zone alte della classifica, con Alex Rins che gli ha sottratto la terza piazza in classifica. Il chiodo fisso di essere terzo ha offuscato la lucidità di Danilo Petrucci alla ripresa del Mondiale. “Sono arrivato alla pausa del campionato in terza posizione e non me lo aspettavo quasi. A metà campionato e nella pausa ho iniziato a pensarci, sono tornato ad agosto che ero fisicamente un po’ stanco, mi ero appesantito la testa con questo terzo posto. Poi da Silverstone ho capito che mi ci ero ritrovato senza cercarlo ed ho fatto le cose un po’ meglio. Mi sento più sereno, nessuno mi aveva messo questa pressione, era solo voglia di far meglio“.

Misano rappresenta un appuntamento molto sentito per qualsiasi pilota italiano, del resto il trionfo al Mugello ha dato gusto a vincere in patria. Un’impresa non facile, ma neppure impossibile. “Abbiamo una grande opportunità, faremo più fatica rispetto al Mugello, ma vogliamo lottare per stare lì davanti. Il fatto che siamo nella gara di casa ci dà una motivazione in più – ha concluso Danilo Petrucci -. Ma farsi delle aspettative non è mai facile“. Anche se non nega di crederci… “A Misano vorrei fare come al Mugello“.

Gli ultimi sconti per i lettori di Corsedimoto

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Fabio Quartararo

MotoGP Misano: “Fabio Quartararo nel 2020 avrà la Yamaha top”

Danilo Petrucci, #SanMarinoGP

MotoGP, Danilo Petrucci: “Non posso dimagrire 15 chili”

Jorge Lorenzo a Misano

MotoGP: Jorge Lorenzo, non c’è luce in fondo al tunnel