MotoGP, Dani Pedrosa

MotoGP, Dani Pedrosa: “KTM è cambiata anche grazie a me”

Dani Pedrosa primo collaudatore MotoGP a tornare in pista dopo il lockdown. "Molte cose sulla KTM sono cambiate grazie a me".

9 giugno 2020 - 20:29

Dopo il lockdown KTM ha anticipato tutti sul tempo ed effettuato il primo test MotoGP al Red Bull Ring. Dani Pedrosa si è rimesso subito al lavoro, segno evidente di quanto sia ormai legato al progetto di Mattighofen. Buona parte dell’evoluzione della RC16 porta la sua firma, a cominciare dal nuovo telaio, una componente ancora in divenire a giudicare da questi due giorni di test.

Il prototipo 2020 potrebbe regalare grandi soddisfazioni, anche se qualche brutta sorpresa potrebbe arrivare dal suo pilota di punta Pol Espargarò, in procinto di passare in HRC. Proprio il pilota residente in Andorra e che ha traghettato questa moto da fanalino di coda a superare le prestazioni di Aprilia. Dani Pedrosa è al lavoro sulla RC16 dalla metà dello scorso anno, dopo l’infortunio alla clavicola rimediato nel gennaio 2019. “Da quando ho iniziato a provare la moto non ha smesso di migliorare“, ha spiegato il collaudatore a Motogp.com. “Questi sono cambiamenti che si adattano meglio a ogni stile di guida, è qualcosa di importante, ma cerchiamo anche di rendere tali cambiamenti utili a rendere la moto più adattabile a ogni situazione“.

La nuova KTM ha migliorato in ogni settore, compresi elettronica, aerodinamica, motore. “Molte delle cose che abbiamo cambiato sulla moto sono grazie a me“, ha sottolineato Dani Pedrosa. “Non ci interessa una moto con cui è possibile ottenere un buon risultato in una sola gara o in una situazione specifica. Vogliamo un prototipo che sia un gradino migliore su tutti i circuiti“. La RC16 2020 avrà sicuramente un boost di potenza che dovrebbe aiutare sul giro secco e quindi nelle qualifiche. Il suo compito, da vincitore di 31 GP in MotoGP, è portare la casa austriaca alla vittoria. “Non si tratta solo di fare una moto veloce o buona, ma che sappia anche vincere“.

Foto e video Instagram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Alex Rins 2°: “Era dura lottare con Morbidelli oggi”

jaume masia moto3

Moto3, Jaume Masiá concede il bis: “Stessa strategia di sette giorni fa”

moto2 sam lowes

Moto2, Sam Lowes: “Servivano grandi risultati, ora lottiamo per il titolo”