MotoGP, Gigi Dall'Igna

MotoGP, Dall’Igna: “Le parole di Dovizioso non fanno piacere”

Gigi Dall'Igna non risponde alle parole critiche di Andrea Dovizioso e ricorda i momenti più belli nella loro storia comune in MotoGP.

10 febbraio 2021 - 8:57

Dopo otto stagioni insieme Andrea Dovizioso e Ducati hanno deciso di separarsi. Nel giorno della presentazione del team 2021 fa un certo effetto non rivedere il pilota forlivese, tre volte vicecampione del mondo. Ha regalato 14 vittorie e momenti di grande speranza, lottando spalla a spalla con Marc Marquez, sfiorando quel grande sogno che manca dai tempi di Casey Stoner. Uno strappo segnato a metà stagione MotoGP 2019, annunciato nel 2020, concluso con dure dichiarazioni da parte del Dovi.

Nel mirino il direttore generale Gigi Dall’Igna, a suo dire reo di non aver accolto le sue richieste in materia di evoluzione, di non avere mai apprezzato abbastanza i suoi risultati. Da parte Ducati si evita ogni polemica sterile. “Con Dovi è stato un bellissimo periodo – spiega Dall’Igna a Sky Sport MotoGP -. Abbiamo entrambi tantissimi bei ricordi ed emozioni, il rapporto più lungo nella storia Ducati. Come tutte le storie tra professionisti anche questa è finita. I media non sono il luogo più adatto per risolvere certe vicende. Il rapporto ci ha dato tanto, anche se difficile alla fine. Abbiamo fatto il possibile per raggiungere gli obiettivi comuni e Ducati ha fatto la sua parte per fare il meglio che poteva. Come tutte le cose a volte bisogna chiudere un libro per aprirne un altro“.

Il pilota romagnolo è stato molto critico nei confronti del manager veneto, passato un po’ come il “dittatore” all’interno del reparto corse. “Il pilota è uno dei collaboratori più importanti che un tecnico come me possa avere. Di certo non fa piacere sapere che pensa questo di te. Non credo di avere questo tipo di atteggiamento – aggiunge Gigi Dall’Igna -. Ma se Dovizioso ha questa considerazione di me non posso che accettarla“. Nonostante le dure parole dell’ex pilota Ducati i ricordi più belli della sua carriera in MotoGP sono legati proprio al Dovi. “La cosa meglio riuscita è stata la GP15, la moto di esordio. Pur avendo saltato i primi test di Sepang ha portato risultati fenomenali già dalla prima gara (secondo e terzo con Dovizioso e Iannone). Una delle più belle soddisfazioni della mia carriera. Il dispiacere più grande è non essere riuscito a completare il lavoro con Jorge Lorenzo“.

2 commenti

makitari_15179021
11:33, 11 febbraio 2021

Ma cosa ti aspettavi … un grazie e una bevuta insieme ?

makitari_15179021
11:25, 11 febbraio 2021

Ma … Gigione … mi cadi dal pero … :-() ?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

enea bastianini motogp

VIDEO MotoGP, Enea Bastianini: “Che moto, va davvero fortissimo!”

stefan bradl motogp

MotoGP, Stefan Bradl: “Un po’ sorpreso, non correvo in Qatar dal 2016”

MotoGP Luca Marini

MotoGP, Luca Marini: “In Ducati scioccati dopo la mia prima uscita”