MotoGP, Cal Crutchlow e Jack Miller

MotoGP, Crutchlow: “Miller può combattere con Márquez”

Cal Crutchlow guarda con ottimismo al futuro di Jack Miller con il Ducati Team. E si dice pronto ad aiutarlo nella conquista del titolo MotoGP.

29 maggio 2020 - 16:21

Cal Crutchlow e Jack Miller sono legati da una salda amicizia che va ben oltre le piste della MotoGP. Il britannico del team LCR Honda promuove a pieni voti il passaggio nel team Ducati factory del collega. Una possibilità che aleggiava da tempo ma la cui ufficializzazione è arrivata nei giorni scorsi. Crutchlow si dice convinto che il pilota australiano possa contendere il titolo mondiale della classe regina e vincere la sfida con Marc Márquez.

Jack ha conquistato un posto nel team factory con i cinque podi della stagione MotoGP 2019 e una seconda parte di campionato in ascesa. Tra le mani una possibilità irripetibile per mostrare il suo potenziale, giocarsi un asso nella manica irripetibile in carriera. Cal Crutchlow è pronto a scommettere sul 25enne di Townsville. “Jack è uno dei pochi che ha il talento di battere Marc per una stagione – ha ammesso in una diretta Facebook -. Indubbiamente ha tante qualità e penso che non sia in alcun modo inferiore agli altri piloti MotoGP. Ecco perché mi fido di lui e sono convinto che possa fare un passo avanti per combattere con Marc“.

Il veterano di LCR Honda si dice pronto a fargli da coach qualora fosse necessario. Del resto pochi piloti conoscono Marc Márquez e la Honda RC213V come lui. “Se mi ritiro potrei consigliarlo. Dipende da lui, bisognerebbe sapere se vuole che io lo faccia per lui“. La vittoria iridata di Jack Miller sarebbe anche un buon modo per ripagare la passione di tanti tifosi australiani che dopo Casey Stoner non hanno avuto più beniamini nella classe MotoGP. “Jack è salito sul podio nella gara di casa, sensazione incredibile per ogni pilota. Ha l’età giusta – ha concluso Cal Crutchlow – per continuare questo cammino“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò: “Valentino Rossi non è il mio idolo”

alex marquez motogp

MotoGP, Alex Márquez: “Michelin voleva cambiare gomme, ma KTM…”

foggia moto3

Moto3: Dennis Foggia, doppia festa in Catalunya tra podio e rinnovo