aleix espargaro misano motogp

MotoGP: comanda Aleix Espargaró nel day-2, Bagnaia top dei Test Misano

Test a Misano chiusi con Aleix Espargaró in vetta nel 2° giorno, ma Bagnaia in testa in classifica combinata. Le novità tecniche e tutti i tempi.

22 settembre 2021 - 18:08

Secondo giorno di test chiuso con minore attività, tra chi ha concluso i lavori al mattino e chi nel primo pomeriggio, contrapposto a quei pochi che invece hanno girato fino alla bandiera a scacchi. Oggi in vetta c’è la Aprilia di Aleix Espargaró, che ha tenuto la prima piazza su Francesco Bagnaia e Takaaki Nakagami. Il miglior crono dei due giorni però rimane nelle mani della Ducati guidata proprio dal pilota di Chivasso, più rapido nel primo giorno per sei centesimi tondi. Vediamo le ultime novità di oggi.

Non sono mancate certo novità in quest’ultimo giorno di test a Misano. A cominciare dal nuovo telaio 2022, ma anche l’evoluzione del dispositivo posteriore ed il nuovo motore. Questi ultimi due aspetti pienamente approvati sia da Joan Mir che da Alex Rins. Un nuovo telaio visto già da ieri anche in casa Yamaha, portato in pista in particolare dal leader MotoGP Fabio Quartararo (meno però oggi per non perdere il feeling con la M1 attuale). Due cadute a referto per il convalescente Franco Morbidelli, una con la moto 2021 e la seconda con quella 2022.

La maggiore novità in casa Ducati è stata una nuova carenatura sulla Desmosedici, una doppia versione con piccole differenze. Pecco Bagnaia ha espresso qualche dubbio, sottolineando però che bisogna continuare a lavorarci. Qui in basso la seconda versione vista con Jack Miller, contrapposta alla prima versione vista già da ieri. Non è mancato anche qualche test di gomme per il fresco vincitore della doppietta Aragón-Misano.

Non ci si ferma in casa KTM, protagonista di una stagione complicata dopo un breve guizzo vincente. Attivissimo anche il tester Dani Pedrosa, fermato però al mattino da un guaio meccanico. Riguardo i piloti ufficiali, Miguel Oliveira in particolare da Assen ha messo a referto solo due punti in occasione della tappa catalana, inanellando poi due ritiri e due piazzamenti fuori dalla top 15. Eccolo in azione con un nuovo profilo aerodinamico. Ricordiamo l’esordio in Tech3 di Remy Gardner (caduto al mattino) e di Raúl Fernández, dominatori della Moto2.

Anche oggi in pista il prototipo Honda portato all’esordio nella giornata di martedì. Prima con Stefan Bradl, poi con Marc Márquez. Oggi è stato anche il turno di Pol Espargaró, in tandem col compagno di box in questo nuovo progetto (anche se il #93 con qualche leggera modifica). A referto per il #44 uno stop per problemi meccanici alla curva 1 a circa mezz’ora dalla bandiera a scacchi.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

La classifica alle 18:00 

La classifica combinata del 2° giorno

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: un Mondiale vinto (anche) dallo psicologo

mir petrucci motogp

MotoGP: Joan Mir e Danilo Petrucci, l’abbraccio dopo l’incidente

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Arrabbiato con Pecco, Yamaha scelta giusta”