MotoGP, Davide Brivio

MotoGP, clamoroso: Davide Brivio lascia Suzuki per la Formula 1

Davide Brivio, team manager Suzuki, lascerà il paddock della MotoGP per approdare in Formula 1. Sarà CEO della scuderia francesce Alpine.

6 gennaio 2021 - 18:21

La stagione 2021 della MotoGP potrebbe aprirsi con una notizia clamorosa. Davide Brivio, team manager Suzuki, potrebbe lasciare il mondo delle due ruote per approdare in Formula 1. Secondo quanto riferito da ‘La Gazzetta dello Sport’ diventerà CEO del team francese Alpine che vedrà il ritorno di Fernando Alonso come pilota.

Il manager brianzolo aveva tenuto la notizia in gran segreto fino a qualche giorno fa. Ha riportato la casa di Hamamatsu al titolo mondiale dopo un’astinenza di 20 anni, tanto che l’impresa ha fatto scalpore nel Circus. Nei prossimi giorni arriverà il comunicato Suzuki con cui verrà annunciato l’addio di Davide Brivio. Prenderà il posto di Cyril Abiteboul in quello che era il team Renault e che dal 2021 cambia nome per volontà di Luca De Meo, presidente e a.d. della Casa francese.

Il 57enne manager della Suzuki si è fatto le ossa in Yamaha, prima in Superbike e poi in MotoGP. Nel 2004 fu il principale autore del passaggio di Valentino Rossi dalla Honda alla Yamaha. Nel biennio Ducati lo ha seguito in veste di manager, poi ha abbracciato il progetto Suzuki, portandola al titolo iridato in pochi anni. Una scalata che non è passata inosservata nel mondo della Formula 1, che con i suoi budget stellari non ha avuto vita difficile a convincere Davide Brivio. Per lui si tratta anche di una nuova sfida dopo una vita trascorsa nel mondo delle due ruote. La notizia spezza il sogno di rivederlo al fianco di Valentino Rossi e del suo nuovo team VR46 che si appresta ad esordire in classe regina nel 2022.

Adesso resta da capire chi succederà a Davide Brivio nella prossima stagione MotoGP. Per il team campione in carica sarà una bella gatta da pelare. La notizia lascia di stucco non solo il team Suzuki ma l’intero paddock che vede perdere un personaggio di grande spessore ed esperienza.

1 commento

makitari_15179021
18:55, 6 gennaio 2021

Ha studiato … ha imparato … ed è giusto che faccia un salto ( di qualità ? … nel buio ?) verso altri lidi più stimolanti.
Gi auguro buona fortuna ma gli rccomando attenzione al “posteriore” la F1 è MOOOLTO peggio della motoGP …
coltelli più lunghi e migliore capacità di maneggio degli stessi … come passare da Montecarlo a Marsiglia …
AUGURI !!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “C’è chi va in pensione e chi è troppo vecchio”

MotoGP, la storia: Jarama, sede del GP di Spagna e non solo

Tatsuki Suzuki Moto3

ESCLUSIVA Tatsuki Suzuki: “Superpole in Moto3? Solo se…” (Parte 1)