MotoGP: Ciao Scott Redding, destinazione British Superbike?

Adesso il britannico è davvero fuori dai giochi Aprilia: destinazione British Superbike?

7 settembre 2018 - 7:46

Aprilia ha annunciato che Bradley Smith guiderà il test team Aprilia 2009 e disputerà anche alcuni GP come wild card. Significa che Scott Redding è definitivamente fuori dai piani di Noale: a sette GP dalla fine il britannico si ritrovata scartato come pilota (i titolari saranno Aleix Espargarò e il neoacquisto Andrea Iannone) e anche come collaudatore.

ESTROMESSO – Redding è dunque ufficialmente fuori dalla MotoGP. Per lui restano aperte due possibilità: Mondiale Superbike, dove però ci sono big come Tom Sykes ed Eugene Laverty ancora a spasso, o più presumibilmente il British Superbike. Paul Bird, magnate delle pollerie e proprietario della formazione di riferimento Ducati campione in carica con Shane Byrne, ha confermato di recente che è in corso da tempo una trattativa con Scott Redding. Che potrebbe sostituire proprio Shane Byrne, che ha 41 anni ed è ancora convalescente per il grave infortunio patito durante i test di Snetterton.

VIA DALLA SUPERBIKE? – L’annuncio di Smith, fra le righe, lascia supporre che Aprilia abbia definitivamente rotto la trattativa con il team Milwaukee e sia ad un passo dall’addio alle derivate dalla serie. Nel comunicato infatti si legge che “l’arrivo del pilota britannico, vicecampione in 125 nel 2009 su Aprilia, si inserisce nel processo di riorganizzazione e potenziamento del reparto corse, a consolidare il progetto MotoGP di Aprilia.” Facile supporre  che questo consolidamento significhi riassegnare i tecnici del reparto corse che erano demandati al progetto Superbike.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

dovizioso motogp

MotoGP: Dovizioso a Barcellona da leader. Quartararo, Viñales e Mir in agguato

MotoGP, il box Tech3 di Miguel Oliveira

MotoGP, caos in casa KTM: Red Bull vuole separarsi da Tech3

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Johann Zarco: “Pecco dimostra che Ducati è veloce ovunque”