MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Ciabatti: “Dovizioso al 100% a Jerez… come Lorenzo nel 2013”

Paolo Ciabatti assicura che Andrea Dovizioso sarà al 100% per la prima gara MotoGP 2020. E fa un confronto con Jorge Lorenzo nel GP di Assen del 2013...

30 giugno 2020 - 15:09

Andrea Dovizioso ha già cominciato la riabilitazione dopo l’intervento alla spalla. Fra due settimane la stagione MotoGP prenderà il via con una giornata di test-riscaldamento, per affrontare il primo GP dopo il lockdown. Una corsa contro il tempo per il vicecampione della Ducati che arriverà in Spagna con una placca di metallo che fissa la clavicola. Fra 10 o 15 giorni comincerà a fare fisioterapia, ma sarà regolarmente in griglia. “Sono cose che capitano, ma questo non metterà a rischio la sua presenza a Jerez – sottolinea Paolo Ciabatti -. Ci sarà sicuramente“.

Ai microfoni di Motogp.com il direttore sportivo di Ducati Corse aggiorna lo stato di forma di Andrea Dovizioso. “Sta bene, abbiamo parlato poco fa“. Adesso è nella sua casa a Forlì, ma non sembrano esserci rimpianti per la decisione presa. Né da parte del pilota né del team. “Colpa della sfortuna, sappiamo che tutti i piloti della MotoGP si allenano con le moto da cross. Abbiamo dato un permesso speciale ad Andrea, certi che lo avrebbe messo nelle condizioni ideali per cominciare il Mondiale. Sapevamo che era un rischio, ma lui si allena sempre nel motocross e sono cose che capitano“.

DOVI E IL PARAGONE CON JORGE

Il Dovi non aveva completato il sesto giro ed era saldamente al 6° posto. Non stava neppure forzando il ritmo gara, consapevole di non potersela giocare per il podio. “È atterrato dopo un salto, è caduto su una superficie molto scivolosa ed è stato vittima di un high-side. Ora sta bene anche a livello di umore, anche se è dispiaciuto per quanto successo“. Per partecipare a questo evento Ducati ha rilasciato un permesso speciale non previsto da contratto. Ma Ducati ha dato via libera considerando il lungo stop per la pandemia. “Molti potrebbero pensare che abbiamo fatto un errore, ma ormai è fatta. L’importante è che sarà in pista a Jerez e al 100%. L’infortunio rallenterà un po’ la sua preparazione, ma c’è il tempo per arrivare pronti“.

Paolo Ciabatti sottolinea la preparazione fisica dei piloti MotoGP e ricorda quanto avvenuto a Jorge Lorenzo ad Assen 2013, in gara 36 ore dopo l’infortunio. “Ricordiamo piloti come Lorenzo che sono caduti il venerdì, sono stati operati il sabato e la domenica erano già in pista a correre. Sono uomini speciali. Siamo fiduciosi che anche Dovi sarà pronto per la prima gara del 2020“. Un esempio forse non casuale…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi MotoGP 2020

MotoGP, Valentino Rossi: tampone ancora positivo, dubbi per Valencia

MotoGP, Davide Barana

MotoGP, Davide Barana: “Ducati cerca soluzioni per la nuova gomma”

MotoGP, Joan Mir

MotoGP, Joan Mir leader sui generis: “Sarà il nuovo Alzamora”