Paolo Ciabatti

MotoGP, Ciabatti: “A chi non piace Marc Marquez? Solo a Yamaha”

Paolo Ciabatti ribadisce che Marc Marquez è il "sogno proibito", ma non è facile sottrarlo alla Honda. Bocche cucite su Maverick Vinales.

21 ottobre 2019 - 9:39

Marc Marquez è il pilota dei desideri di ogni costruttore, Ducati compresa. In Thailandia Honda e il campione di Cervera hanno avviato i primi dialoghi per il rinnovo fino al 2022. Il presidente HRC Yoshishige Nomura ha assicurato che non solo proseguirà la collaborazione con Jorge Lorenzo, ma che farà di tutto per blindare l’otto volte iridato. Le parti sembrano ancora distanti: in ballo non solo milioni, ma anche richieste e progetti futuri. “Spero che finisca la sua carriera in Honda“, ha ammesso Nomura.

Finché non c’è firma c’è speranza per gli altri team. Ducati sta cercando un top player e Gigi Dall’Igna non ne ha mai fatto un segreto. Già in estate ha tentato di riportare Jorge in sella alla Desmosedici, ma l’affare non è andato in porto. Da settimane si parla di un interessamento per Maverick Vinales, Paolo Ciabatti confessa che Marc Marquez è il sogno proibito. “A chi non piace Marquez? A tutti piace. C’è solo un marchio che non pensa di averlo, per ovvie ragioni, ed è Yamaha. Tutti i team vorrebbero averlo – ha dichiarato ad ‘AS’-, ma Honda sa che lui fa la differenza, perché se guardiamo dove sono le altre Honda… La cosa più logica è che la Honda continui con Marc, senza di lui non hanno un’opzione valida per provare a vincere“.

DUCATI-VINALES NO COMMENT

Vietato parlare di mercato piloti fino a quando non c’è la firma. Fino a un’ora prima degli annunci ufficiali c’è l’usanza di smentire. E Paolo Ciabatti ha l’obbligo di fare quadrato intorno ai suoi quattro alfieri: “Prima di tutto guardiamo in casa. Abbiamo una buona squadra con Andrea (Dovizioso) e Danilo (Petrucci), ma ci sono anche Jack (Miller) e Pecco (Bagnaia). È vero che Pecco non ha fatto la stagione che ci aspettavamo, ma ha la moto del 2018. Dobbiamo aspettare di vedere cosa può fare nel 2020 per sapere davvero il suo valore E Jack è un valore crescente. Ci sono driver migliori? Beh, non lo so“.

Il Direttore Sportivo di Ducati Corse smentisce l’ipotesi Quartararo. “Un pilota veloce con Yamaha può avere difficoltà con un’altra moto, basta vedere l’esempio di Zarco“. Bocche cucite su Maverick Vinales, il discorso vira altrove, ancora sull’obiettivo impossibile: “Marc Marquez è colui che fa la differenza… Ha due opzioni. Essere la bandiera Honda per tutta la sua vita. O dimostrare che puoi vincere con un altro costruttore, ma questa è una motivazione personale“.

1 commento

mauro.an_14291662
22:19, 21 ottobre 2019

Che imbarazzo a rispondere a certe domande…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo: “Correre in Superbike? Non ci ho nemmeno pensato”

eric granado

MotoE, Valencia: Eric Granado ultimo poleman 2019, 2° Ferrari

Brad Binder Valencia

Moto2, Valencia: Prove 2, Brad Binder da record