MotoGP: Chiarite le regole per la Long Lap Penalty

Una riunione di FIM, IRTA, Dorna e Stewards ha portato a qualche chiarimento per la Long Lap Penalty. Ecco di cosa si tratta.

16 giugno 2019 - 10:18

Ci sono novità per quanto riguarda la Long Lap Penalty. Questa nuova sanzione è stata introdotta per questa stagione con lo scopo di evitare aggiunte di tempo finali in caso di tagli di pista. In queste giornate FIM, IRTA, Dorna e gli Stewards hanno discusso della sanzione, chiarendone alcune regole con effetto immediato.

In foto di copertina possiamo vedere la zona da percorrere per il fine settimana catalano, un tratto fuori pista tra le curve 1 e 3 al Montmeló, in caso di applicazione della penalità. Come detto, l’obiettivo è evitare sanzioni in secondi da aggiungere solo alla fine della gara, una mossa che complica l’interpretazione di quanto avviene in pista per i fan.

Il pilota che effettua un taglio in pista deve perdere almeno un secondo rispetto a quanto fatto precedentemente in quel settore. Se non succede, ecco arrivare la Long Lap Penalty. Questo non vale però nel caso in cui i piloti siano ‘spinti’ fuori dalla pista. Se poi il pilota sanzionato non rallenta mentre sconta la penalità, potrebbero essere applicate ulteriori sanzioni.

In caso di taglio durante la gara, i ragazzi in pista riceveranno un messaggio in cui verrà comunicata loro la Long Lap Penalty. Questa dev’essere scontata entro e non oltre i successivi tre giri dalla ricezione del messaggio. Se non dovesse essere fatto, la sanzione diventerà un Ride Through.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ESCLUSIVA Matteo Ferrari tra MotoE, CEV Moto2 ed un pensiero al Mondiale

MotoGP, Bradley Smith: “L’Aprilia 2020 arriverà entro settembre”

Moto3: Deniz Öncü e Maximilian Kofler wild card in Austria