MotoGP Catalunya, Prove 1: Valentino Rossi 1° davanti alle Ducati di Dovizioso e Lorenzo

Valentino Rossi comincia il GP di Catalunya con il miglior tempo delle FP1, davanti alle rosse di Dovizioso e Lorenzo, mentre il leader iridato è quarto.

15 giugno 2018 - 8:52

La prima sessione per la categoria MotoGP al Montmeló si chiude con Valentino Rossi in testa: proprio allo scadere il Dottore riesce a conquistare la prima posizione in classifica, seguito dalle Ducati di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, mentre Marc Marquez, a lungo in testa, è quarto. Alle 14.05 si ricomincia con la seconda sessione di prove libere. (Dovi: “Lavoro in Ducati condizionato da Lorenzo“)

Registriamo subito una caduta, quella di Iannone alla curva 10, mentre Marquez comincia fin dal primo momento a stampare una serie di giri veloci ponendosi al comando, seguito da Crutchlow, dalle rosse di Lorenzo e Dovizioso e dalle Yamaha di Rossi, Zarco (protagonista di un lungo senza conseguenze) e Viñales. Da registrare anche una caduta per il rookie Morbidelli, senza conseguenze per il pilota ma con importanti danni alla moto. Da segnalare proprio alla fine un incidente tra Smith e Miller, venuti a contatto e con l’australiano che finisce a terra ma non manca anche una caduta per Abraham, senza conseguenze.

Il cambio più significativo avviene quasi alla bandiera a scacchi, con Valentino Rossi (con la doppia soft) che conquista la prima posizione, seguito a ruota da Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo. Quarta piazza per Marc Marquez, che precede Johann Zarco e Maverick Viñales, mentre Cal Crutchlow è settimo, seguito da Tito Rabat, Andrea Iannone e Jack Miller, come detto scivolato a fine turno. Fuori dalla top ten Dani Pedrosa, 12°, ma anche Danilo Petrucci, che non va oltre il 19° posto.

CONSIGLI UTILI: IL MANOMETRO PRESSIONE GIUSTO

MES Experience a Franciacorta: tutte le info utili

SBK Misano: i biglietti e le offerte disponibili

MXGP LOMBARDIA Qui i biglietti 

MXGP Videopass: prezzi e offerte disponibili

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Paolo Ciabatti risponde ad Alberto Puig: “Vuole creare polemiche”

Baldassarri o Gardner in Avintia, Tito Rabat verso la Superbike

Walderstown fatale a Darren Keys