MotoGP: Casey Stoner “Scivolata simile al Qatar”

Cade a fine sessione, ma è sempre in testa a Jerez

1 maggio 2010 - 1:24

In testa sì, ma con una scivolata. Casey Stoner a Jerez in un’ora di prove è stato l’assoluto protagonista: miglior tempo in 1’39″731, grande passo gara, ma anche una caduta che, come da lui stesso spiegato, dalla dinamica simile all’errore di Losail…

La prima uscita è stata positiva ma, rendendoci conto che avevamo qualche problema in frenata, abbiamo usato il resto della sessione per provare a migliorare la situazione, facendo una serie di prove comparative tra le due moto. La caduta è stata simile a quella del Qatar: sono entrato in curva con meno pressione davanti e mi si è “chiuso” l’anteriore. Cadere non è mai piacevole ma perlomeno quello che è successo oggi ci serve per capire meglio quello che è successo in Qatar e quale direzione prendere nel resto del weekend per quanto riguarda la messa a punto“.

Nonostante questo inconveniente, Casey Stoner ha ragione di esser soddisfatto per il potenziale mostrato in una pista “ostica” per la sua Ducati Desmosedici GP10.

Credo che sia la prima volta da quando sono in MotoGP che sono il più veloce in una sessione qui a Jerez. Siamo partiti bene, non siamo preoccupati e non vedo l’ora che arrivi domani“, ha concluso il Campione del Mondo 2007.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pirro motogp

MotoGP, Michele Pirro: “In Austria per aiutare Ducati e dare gas”

MotoGP, Valentino Rossi: “KTM da titolo? Assolutamente sì!”

Binder KTM Brno MotoGP

MotoGP, tecnica: I 4 anni di sviluppo KTM prima della vittoria (2/2)