MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Casey Stoner ricomincia: “Valentino Rossi rubava la scia”

Casey Stoner ritorna sulla storica rivalità in MotoGP con Valentino Rossi. L'australiano ammette: "Godevo vederlo in difficoltà con la Ducati".

23 novembre 2021 - 14:23

Valentino Rossi e Casey Stoner si sono tesi la mano nel paddock della MotoGP. A Portimao e Valencia i due rivali storici si sono scambiati foto e caschi, entrambi hanno espresso ammirazione reciproca. Ma nonostante le belle dichiarazioni nel fondo dell’anima persiste una certa acredine. Nel corso del documentario RiVale in onda su DAZN, l’australiano è andato giù duro contro il nove volte campione del mondo. “All’apice della carriera di Valentino sono stato uno dei più grandi avversari“.

Stoner non dimentica

Con il passaggio di Casey Stoner dalla Honda alla Ducati la sfida tra i due titani si è infiammata. “Ai suoi tempi, specialmente ai primi del Duemila, era il più grande pilota. Ha saputo fare cose che altri non sapevano fare. Poi siamo arrivati io, Pedrosa e Lorenzo e lui non era superiore a noi“. Nel 2007 la Casa di Borgo Panigale conquista il titolo MotoGP con l’alfiere oceanico, i rapporti con Valentino Rossi iniziano a prendere una piega diversa. “Con me è stato gentile fino a quando non sono divenuto suo rivale“. Resta negli annali di storia il sorpasso del 2008 a Laguna Seca, una delle più belle stagioni che la MotoGP ricordi. “In quel Mondiale abbiamo messo entrambi mente e cuore, ma a lui piaceva giocare con la mente“.

Nel rapporto con i media il Dottore è stato insuperabile. Tanti i campioni che si susseguono, ma nessuno potrà mai superarlo in termini di carisma. Nel 2011 Casey Stoner si prende una schiacciante rivincita in sella alla Honda, mentre Valentino Rossi stentava con la Ducati. “Ero felice di vederlo in difficoltà con la Ducati, perché aveva parlato male di me e del team. Diceva che avrebbe cambiato la moto, ma la stava solo peggiorando“. Ma continua ad affondare colpi nei confronti del pesarese. “Ha fatto in modo da farmi apparire come suo nemico e così ha fatto anche con Marquez. Da quel momento in poi non volevo più giocare pulito… Era bravo a rubare lascia agli altri, sul giro secco non era veloce… Non è un caso che abbia perso due Mondiali all’ultimo“.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Foto: Getty Images

1 commento

trediciport_13696908
15:00, 23 novembre 2021

Stoner ha ragione.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner rivela: “Sono interessato alla Yamaha”

MotoGP, Joan Mir

MotoGP, Suzuki ha deciso: non serve un nuovo team manager

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Takahiro Sumi: i segreti della Yamaha e la YZR-M1 2022