MotoGP: Casey Stoner “Podio, ma ho sofferto nel finale”

Terzo ad Assen nonostante un problema alle braccia

26 giugno 2010 - 14:04

Dopo sei gare Casey Stoner e la Ducati tornano sul podio. C’è voluta la gara di Assen per rivedere l’australiano nel “parco chiuso”, anche se logicamente si aspettava qualcosa di più sul tracciato dove vinse nel 2008, ma un problema alle braccia l’ha costretto alla resa nel finale.

E’ la prima gara in cui siamo riusciti ad ottenere un risultato discreto“, ammette Casey Stoner. “Non dovrebbe essere solo il nostro primo podio quest’anno ma è andata così. E’ una sensazione piacevole finire la gara, e non solo le qualifiche, al “Parc Fermè”. Il team ha fatto un lavoro fantastico, specialmente negli ultimi due week-end quando siamo riusciti a trovare un ottimo set-up per la gara, in grado di farci lottare per il podio se non addirittura per la vittoria.

Sfortunatamente a Silverstone la partenza è stata quella che è stata mentre qui sono stato io, più che la moto, a non essere a posto: verso metà gara ho cominciato a soffrire di “arm pump” alle braccia, lo stesso problema che avevo avuto a Silverstone e che probabilmente non ho avuto tempo di recuperare pienamente data la vicinanza tra i due GP.

E’ un inconveniente che adesso vedremo come affrontare ma che penso sia superabile. In ogni caso questa è stata una giornata positiva, ringrazio ancora la squadra per l’ottimo lavoro che ha fatto“.

Con questo risultato Casey Stoner è settimo in campionato ed avvicina la 5° posizione del compagno di squadra Nicky Hayden (+10) e la sesta di Randy De Puniet (+5).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Maverick Vinales nella FP1 GP Brno 2020

MotoGP Brno: analisi e commenti FP1. Pecco Bagnaia in ospedale

lowes moto2

Moto2, Brno: acuto di Sam Lowes nelle prime prove libere

MotoGP, Brno: Takaaki Nakagami in evidenza nelle prime libere