MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, capotecnico di Marc Marquez: “Ritornerà con un solo obiettivo”

Santi Hernandez, capotecnico di Marc Marquez, è certo che il campione di Cervera tornerà in tempi brevi e avrà un solo obiettivo: vincere il Mondiale 2021.

31 marzo 2021 - 14:23

Repsol Honda si appresta a vivere il secondo week-end MotoGP 2021 senza Marc Marquez. Al suo posto Stefan Bradl, che avrà a disposizione lo staff tecnico del pluricampione di Cervera. Compreso il capotecnico Santi Hernandez, che qualche settimana fa era al Montmelò per seguire il Cabroncito nel suo primo test in sella alla RC213V-S e poi a Portimao. Nel box #93 si lavora sul doppio fronte dei risultati immediati per il tedesco, ma soprattutto per allestire la moto migliore in vista del rientro di Marc.

Dal 2013 al 2019 HRC ha conquistato sei titoli mondiali, ergendo la Honda a miglior moto sulla griglia della MotoGP. L’assenza nella stagione 2020, invece, ha messo in evidenza il risvolto negativo della medaglia. Due soli podi in 14 gare a firma di suo fratello Alex, ma sulla casa giapponese risplende un raggio di sole. Oggi Marc Marquez è a Doha per ricevere la seconda dose del vaccino anti Covid-19. Fra una decina di giorni sosterrà la visita medica decisiva che potrebbe dargli via libera per il ritorno alle corse. La luce in fondo al tunnel si comincia a scorgere chiaramente. “E’ stata una strana situazione dopo l’infortunio di Marc – racconta Santi Hernandez a ‘Fast Bikes Magazine’ -. Non eravamo mai stati in MotoGP in quel tipo di situazione“.

Il ritorno a Portimao

Tra Stefan Bradl e Marc Marquez c’è sicuramente un abisso in termini di talento. Ma il collaudatore ha saputo svolgere la sua mansione in maniera esemplare. Sia nel collezionare punti ma, soprattutto, nel portare avanti l’evoluzione del prototipo MotoGP. “Honda ha lavorato sia nel testare novità per il futuro, sia per migliorare nelle corse con Stefan. Alla fine ha lottato per la top 10 e per noi è stato molto importante“.

A breve il campione di Cervera ritornerà nel suo box con un obiettivo ben preciso: riprendersi lo scettro iridato. “Dobbiamo verificare come si sente Marc sulla moto – aggiunge Santi Hernandez -. Questa è la cosa più importante. Ma quando lavori con un pilota come Marc, devi sempre pensare a lottare per il Mondiale. Ovviamente è diverso, ma penso che anche Marc penserà al titolo. Dobbiamo essere preparati al ritorno di Marc e fare del nostro meglio“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pecco bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Zarco un riferimento nell’ultimo settore”

marc marquez motogp

MotoGP, Marc Márquez: “Che sorpresa il 6° posto, mi vedevo lento!”

Moto2 GP Portimao, Prove 2: Joe Roberts si conferma, 5° Bezzecchi