MotoGP, Cal Crutchlow: “Nakagami non merita la mia moto”

Tra Cal Crutchlow e Takaaki Nakagami non corre buon sangue. Dopo le richieste di una moto factory il britannico avverte: "Attento ad Alex Marquez!".

2 agosto 2019 - 22:03

Cal Crutchlow non ha mai mascherato le difficoltà in sella ad una Honda abbastanza lontana dalle sue esigenze. Nel test di lunedì avrà a disposizione il nuovo telaio rivestito in carbonio, su cui Marc Marquez ha effettuato un lavoro comparativo nel venerdì di Brno. Ma le difficoltà sono ben più profonde e il rapporto con Takaaki Nakagami non è certo dei migliori.

Ottavo posto nella prima giornata di libere, sei decimi di ritardo dal miglior tempo, con i dossi presenti sul tracciato che non sono di aiuto. “Non riesco a far girare la moto, né a frenare bene. E non ho aderenza al posteriore. Molto può essere causato dalle impostazioni e possiamo risolvere, ma non mi sento veloce come l’anno scorso“, ha sintetizzato Cal Crutchlow. Tutti i piloti registrano un brusco calo delle gomme, la scelta della mescola sarà vitale per la gara essendoci grande differenza tra soft, media e hard. A rendere tutto più caotico potrebbe arrivare la pioggia nel week-end.

CRUTCHLOW AVVERTE NAKAGAMI: “OCCHIO A MARQUEZ!”

Ma a tenere banco nel box LCR Honda è la richiesta di Nakagami di una moto uguale a quella di Crutchlow per il 2020. Un argomento che surriscalda il pilota britannico: “Non credo la meriti. Non posso dire nulla di buono su di lui, il nostro rapporto non è fantastico“. Le ultime scintille risalgono al secondo giro del GP di Catalunya, quando il giapponese con una manovra aggressiva ha spinto fuori il compagno di team, facendogli perdere diverse posizioni. Al termine della gara Cal ha persino minacciato di arrivare ad una resa dei conti fisica qualora si fosse ripetuta la vicenda.

Nel giovedì di Brno Nakagami ha ammesso di non aver ancora rinnovato il contratto, perché l’offerta HRC è ben distante dalle sue richieste. “Dall’inizio dell’anno si sta lamentando del fatto che la sua moto non è la stessa di quella che abbiamo adesso. Sinceramente – ha aggiunto Cal Crutchlow – credo che sarebbe più lento sulla nostra moto di quanto non sia ora. Solo perché è andato più veloce nei test di Barcellona non significa nulla. Aveva anche una gomma che valeva un secondo al giro“. L’invito è a non tirare troppo la corda, dal momento che c’è un pilota della Moto2 che fa gola alla Honda: Alex Marquez. “Deve capire come funziona la Honda… Perché ci sono alcuni buoni piloti della Moto2, uno dei quali ha un fratello nel Mondiale. Devi fare quello che puoi con la moto che hai“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “A Silverstone col morale alto”

Maverick Vinales

Maverick Vinales sfida Valentino Rossi, ma attenti a Quartararo

Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Solo io posso perdere il Mondiale”