MotoGP, Cal Crutchlow: “La decisione di Spencer è ridicola”

Cal Crutchlow furibondo dopo la penalità inflittagli dai Commissari guidati da Freddie Spencer: "Rossi o Marquez non sarebbero mai stati puniti".

1 aprile 2019 - 6:54

A Cal Crutchlow è stato notificato un drive-through assai dubbio per una partenza ritenuta anticipata. Ma dalle immagini la penalità subita sembra priva di fondamento e ha tagliato fuori il britannico dalla corsa al podio in maniera un po’ gratuita. Il pilota della Honda ha parlato con gli steward, guidati da Freddie Spencer, subito dopo la gara e non era d’accordo con il loro ragionamento.

Crutchlow era furibondo al termine del GP d’Argentina concluso in 13esima posizione. “Non c’è stato un jump start, Freddie Spencer sembra pensare diversamente, ha corso negli anni ’80 quando hanno ogni volta fallato la partenza. Non so quale sia il suo problema“. Si è sentito offeso dalla decisione e si è chiesto se avrebbe imposto una penalità simile a Marc Marquez o Valentino Rossi. Ed offre la sua versione: “Quando sei sulla griglia e stai bilanciando su un piede (il sinistro, ndr), non è come se avessi spinto la moto in avanti. Non cambio idea. Ho accettato la penalità e l’ho presa… La mia opinione su Freddie come direttore di gara adesso è calata“.

Crutchlow tirato giù dal podio

Spencer ha declinato l’invito dei media a giustificare la sua decisione. I regolamenti stabiliscono che la moto deve essere ferma quando si attende lo spegnimento del semaforo. Se c’è un piccolo movimento mentre le luci rosse sono accese, e poi si fermano, i funzionari devono decidere se hai ottenuto un vantaggio. Per Crutchlow e il suo team LCR non ci sarebbe stato nessun vantaggio concreto, ma sempre da regolamento una squadra non può protestare contro un drive-through. Crutchlow ha dovuto passare per la corsia box a 60 km/h, ripartendo dall’ultima posizione e rimontando fino al 13° posto. In TV la partenza è stata vista frontalmente, ma vista lateralmente accrediterebbe le ragioni di Cal. “Non ho fatto nulla di sbagliato, è semplicemente ridicolo“.

Adesso il pilota della Honda spera di togliersi almeno una soddisfazione personale. “Se nella prossima gara viene mostrato il video in Safety Commission, gli altri piloti rideranno di lui“. Cal Crutchlow era l’unico pilota in grado di guidare in 1’39 al fianco del vincitore Marc Marquez. “Devo essere orgoglioso della mia gara perché almeno ho raccolto alcuni punti in campionato. Il mio passo di gara è stato abbastanza buono per il secondo posto, il che rende il tutto ancora più deludente. L’ho accettato, devo guardare avanti e fare una buona gara in Texas“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

1 commento

fabu
14:51, 1 aprile 2019

ci fosse una volta che la Direzione Gara la facesse giusta. penalità assurda, non ha nemmeno oltrepassato la linea della casella.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Graziano Rossi: “Vorrei vedere Valentino correre per sempre”

MotoGP: Ducati che ancora non svolta e il sogno Marc Marquez

MotoGP: Dal 19 al 20 agosto si prova al KymiRing