MotoGP, Cal Crutchlow

MotoGP, Cal Crutchlow in dubbio: “Esce liquido dalla ferita”

Cal Crutchlow in dubbio per la gara MotoGP a Misano. Venerdì sarà in pista, ma la ferita all'avambraccio continua a causare problemi.

10 settembre 2020 - 17:34

Due settimane fa Cal Crutchlow ha subito il suo secondo intervento stagionale. Stavolta il britannico della classe MotoGP ha subito un’operazione all’avambraccio destro per un problema di sindrome compartimentale e ha un po’ messo in subbuglio i suoi fan su Instagram con delle immagini crude. Ad inizio campionato è finito sotto i ferri per una frattura allo scafoide sinistro. “Non mi sento alla grande“, ha detto il pilota LCR. “Non riesco nemmeno a ricordare quante volte sono stato operato, credo cinque volte. L’ultima operazione è stata dopo Barcellona 2014“.

Un intervento con complicazioni

La Honda RC213V, una MotoGP fisicamente impegnativa, ha messo sotto stress gli avambracci di Crutchlow. L’obiettivo è provare a scendere in pista nelle FP1 e decidere se proseguire. Infatti, l’intervento ha avuto delle piccole complicazioni. “Gli ultimi giorni sono stati un disastro, litri di liquidi per la ferita sono fluiti dal mio braccio“, ha aggiunto il 34enne. “Questo perché è stata una procedura davvero difficile. Quando hanno rimosso i punti ho potuto guardare dentro: il mio braccio è aperto. L’acqua della ferita deve uscire, va bene. Ma ho un buco nella cicatrice“.

All’interno dell’avambraccio continua a formarsi del liquido, la mano si è gonfiata e bisogna fare drenare. “Ora abbiamo messo un cerotto sul foro e dobbiamo stare molto attenti che non ci sia infezione. Prendo antibiotici spray, faccio tutto il possibile“. Infine, Cal Crutchlow prova a lanciare l’ennesima provocazione durante l’incontro a distanza con i giornalisti. “Venerdì toglierò il cerotto e mostrerò a tutti cosa esce dal buco… Il problema è che più metto pressione sul braccio, più fluido viene prodotto dalla ferita. In qualche modo dobbiamo fermarlo, ma non esiste una soluzione rapida“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Paolo Ciabatti: “Non sarà facile sostituire Andrea Dovizioso”

rins motogp

MotoGP, Manuel Cazeaux: “Alex Rins era pronto, ma l’incidente a Jerez…”

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso e le strade per diventare campione