motogp stiria

MotoGP, Cal Crutchlow ci scherza su: “Mi ero ritirato e sono già di ritorno!”

Fabio Quartararo, Johann Zarco, Joan Mir, Maverick Viñales, Miguel Oliveira e Cal Crutchlow protagonisti in conferenza stampa. Con tanti commenti sul ritiro di Valentino Rossi.

5 agosto 2021 - 17:57

Il Motomondiale torna in azione, il primo round è il GP di Stiria al Red Bull Ring. Il leader MotoGP Fabio Quartararo, Johann Zarco, il campione in carica Joan Mir, Miguel Oliveira, Maverick Viñales e Cal Crutchlow sono i protagonisti in conferenza stampa verso questo evento. Tiene banco soprattutto l’annuncio del ritiro di Valentino Rossi, che a fine 2021 smetterà di essere un pilota del Campionato del Mondo. Anche se rimarrà col suo team… Certo non sono mancati commenti da parte dei protagonisti, molti dei quali cresciuti guardandolo in TV, vista la giovane età.

Il ritiro di Valentino Rossi

“È difficile da credere, ed abbastanza triste” ha dichiarato Fabio Quartararo. “Ho sognato di diventare pilota MotoGP guardando lui, aspettavo davanti alla sua hospitality per una foto… È sempre stato il mio idolo.” Johann Zarco lo ringrazia. “Ha cambiato la visione di questo sport. Se ti chiedono un nome, anche i meno esperti ti dicono Valentino Rossi! Ha vissuto una lunga carriera, lo guardavo in TV e poi ho corso con lui. Il suo stile, diverso dagli altri, rimarrà sempre parte di questo sport.” “Sono un privilegiato ad aver corso con lui” ha aggiunto Joan Mir. “Sarà difficile trovare un altro come lui.”

“Era un mio riferimento da piccolo” ha poi detto Maverick Viñales. “Mi sono appassionato con le sue celebrazioni, poi ho diviso box e dati con lui. Ho avuto l’opportunità di imparare.” Un altro suo fan è Miguel Oliveira. “Per tanti di noi Valentino è stato un riferimento da quand’eravamo piccoli. Le persone l’hanno sempre apprezzato anche quando non vinceva, ha creato un’immagine molto forte. È stato un piacere dividere la pista con lui, anche se avrei voluto conoscerlo meglio personalmente.” Cal Crutchlow si allinea ai commenti dei colleghi: “Ha fatto davvero tanto per questo sport.”

In vista del GP: Quartararo, Zarco, Mir

“Le vacanze sono state lunghe” ha dichiarato Fabio Quartararo. “È sembrata quasi una preseason. Mi sono allenato bene, preparato per la seconda parte di stagione, so cosa devo migliorare e sono pronto a ripartire.” Un discorso valido anche per Johann Zarco, secondo in classifica generale. “Sulla carta la ducati ha avuto grandi risultati qui, non dice che lotteremo al top ma certo è un buon punto di partenza ed una motivazione in più. Dimenticando l’incidente dell’anno scorso ed andando avanti.” Joan Mir punta a ben di più di quanto fatto finora: deve difendere il titolo. “Dobbiamo ripartire bene, lottare per vittoria, risalire ed arrivare a lottare per titolo. Certo serve migliorare la moto, come holeshot device in arrivo, comparare con gli altri per vedere dove siamo.” Si parla anche del pauroso botto nel 2020 e di quella curva non cambiata. “Sappiamo cosa può succedere in quella curva, dobbiamo cercare di evitare manovre particolari. Penso comunque sia pericolosa, speriamo che l’anno prossimo ci sia qualche novità.”

Viñales, Oliveira, Crutchlow

Maverick Viñales riparte con rinnovata energia dopo la pausa. Evita di parlare di futuro e non mancano alcune scuse. “Mi scuso coi miei fan” ha dichiarato l’alfiere Yamaha. “A volte la mia attitudine non è la migliore, mi trovo in una situazione nuova e non sono bravo a comunicare. Yamaha è un gran team, ma non riesco ad esprimermi al meglio. Ora certo darò il massimo in ogni gara in ogni giro.” Per Miguel Oliveira, “Siamo in un momento positivo e vogliamo continuarlo. L’anno scorso qui non ero il più veloce né il più costante, devo lavorare per essere protagonista. Inizieremo a lavorare, puntando a fare bene per tutti i fan KTM e Red Bull.” Vittoria possibile? “L’abbiamo già fatto, la nostra moto è veloce, ma ci saranno anche tanti altri piloti competitivi.” Infine c’è Cal Crutchlow. “Mi sono ritirato e sono già di ritorno!” ha scherzato. Pur ammettendo che “Non ho toccato una MotoGP da aprile. La prossima volta sarebbe stata ad ottobre, con i test in Giappone cancellati a luglio ed agosto a causa della situazione attuale. Ora sono qui, è passato un bel po’ di tempo e mi ritrovo a lottare con tanti giovani veloci.” Rimarca anche che “Sono qui a fare il mio lavoro di tester, ma è bello essere in griglia. Vedremo come va.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Gomme Michelin? Serve più coerenza”

enea bastianini motogp

MotoGP, Enea Bastianini: “Michele Pirro riferimento nelle prime libere”

motogp misano 2021

MotoGP Misano: dal ritorno di Morbidelli al “vero momento” di Márquez