zarco motogp

MotoGP, Brno: Che sorpresa Johann Zarco, è pole position!

Johann Zarco conquista un'incredibile pole position a Brno: festa Ducati e Avintia Racing. In prima fila Fabio Quartararo e Franco Morbidelli.

8 agosto 2020 - 15:01

In una giornata particolarmente difficile, Ducati esulta per la pole position. Ci pensa Johann Zarco (con una Desmosedici 2019) ad assicurare la prima casella in griglia alla casa di Borgo Panigale ed al suo team Reale Avintia. Festa al parco chiuso e nei box per il risultato del pilota francese: forse un segnale in ottica futura? Ma nel frattempo Zarco si gode la prima piazza davanti al connazionale Fabio Quartararo (caduto a fine Q2 senza conseguenze), terzo è Franco Morbidelli. Tutti gli orari

Si comincia con il primo turno di qualifiche ed abbiamo subito un incidente: Smith conclude presto la sua Q1 con una scivolata alla curva 8. Rins, Binder, Miller, Dovizioso, Oliveira, Nakagami… Tanti di loro possono ambire al passaggio del turno. Brilla sul finale Alex Rins, così come Brad Binder subito dietro di lui. Takaaki Nakagami si brucia l’ultimo tentativo (un tempo da Q2) con un’uscita di pista, mentre Miguel Oliveira è il primo degli esclusi.

Abbiamo i 12 nomi, scatta la lotta per la pole position. Non manca qualche iniziale problema per Aleix Espargaró, prontamente risolto. Il pilota Aprilia (in scia a Quartararo) riesce a risalire piazzandosi provvisoriamente in seconda posizione, ma all’assalto finale mezza griglia ha parziali notevoli. Peccato per Crutchlow caduto, ma chi emerge sul finale è Johann Zarco. Il pilota Avintia Racing, complice anche una scia favorevole, è il poleman a Brno. Prima fila tolta a Pol Espargaró per non aver rispettato il regime di bandiera gialla, scivola alla fine anche Quartararo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

bendsneyder moto3 motogp

MotoGP: le beffe dell’ultimo giro, o addirittura degli ultimi metri

fausto gresini motogp

MotoGP: Fausto Gresini, sveglio e collaborativo. “Grande forza di volontà”

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Pit Beirer: “Con Danilo Petrucci gestiremo meglio di Ducati”