Binder KTM MotoGP

MotoGP, Brno: Apoteosi per Brad Binder e KTM, la storia è scritta

Brad Binder in trionfo, che successo per il rookie sudafricano e per KTM! Secondo è Franco Morbidelli, Johann Zarco completa il podio.

9 agosto 2020 - 14:50

Succede di tutto in questo evento in Repubblica Ceca. Su qualsiasi cosa, il rookie Brad Binder scrive la storia sua e di KTM: primo straordinario successo per il vice-iridato Moto2 (primo sudafricano a vincere in MotoGP), la squadra austriaca festeggia la prima vittoria nella classe regina del Motomondiale. Domenica indimenticabile per questo duo, che precede al traguardo un grande Franco Morbidelli finalmente sul podio in MotoGP. Terza piazza per un rinato Johann Zarco sulla Ducati del team Avintia, nonostante una sanzione che fa molto discutere.

Scatto al via che premia Morbidelli, seguito da Aleix Espargaró, Quartararo e le KTM del team factory, si impenna invece Zarco e perde qualche posizione. Brilla fin da subito Binder: in pochi giri il giovane rookie è in top 3! Ma occhio anche a Zarco, che dopo la brutta partenza sta rimontando. Come pronosticato, è davvero un Gran Premio ricco di sorprese! Più indietro invece registriamo un incidente: scivola Lecuona, trascinando con sé anche Mir. Da segnalare Bradl al via col sistema holeshot, primo test in gara per questo dispositivo Honda.

VIDEO Il contatto tra Johann Zarco e Pol Espargaró

In poco tempo si crea un quintetto in fuga: Morbidelli scappa, segue Quartararo, tallonato da Binder, Espargaró e Zarco. Non manca però un pasticcio: ‘Polyccio’ e Zarco vengono a contatto, è lo spagnolo ad avere la peggio. L’incidente finisce sotto la lente d’ingrandimento della Direzione Gara: a Zarco, provvisoriamente terzo, viene comminata una Long Lap Penalty che fa storcere il naso ai vertici Ducati, in subbuglio nel box del team factory. Il francese rientra comunque davanti al connazionale Quartararo, sul quale aveva preso un buon margine.

Scappa Brad Binder, Franco Morbidelli non riesce a resistergli. Il giovane rookie aveva già fatto vedere qualcosa di buono, ma senza riuscire ancora a concretizzare. Questa volta ci riesce: è vittoria, scatta la festa KTM che (grazie a Dani Pedrosa) ora appare davvero in grado di lottare allo stesso livello dei rivali. Il ‘Morbido’ chiude secondo col primo podio nella classe regina, lotta fino al traguardo tra Johann Zarco ed Alex Rins, infine straordinario 4° con quella spalla rattoppata. Gran gara del pilota francese, che regala a Ducati e ad Avintia Racing un podio ricco di significati.

La classifica

1 commento

Macx
16:17, 9 agosto 2020

Bella gara !
Evidenti i problemi della GP20 con le gomme 3 ufficiali mai in gara…………………….

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso e le strade per diventare campione

motogp

MotoGP, la griglia di partenza 2021: a che punto siamo

tulovic motoe cev moto2

MotoE: Lukas Tulovic sotto i ferri, sistemata la lesione alla mano destra