brad binder motogp

MotoGP, Brad Binder: “Mi aspettavo molto di più, il pacchetto c’è”

Brad Binder non troppo soddisfatto dei primi 9 GP disputati. Dalla seconda parte di campionato vuole di più, forte di una KTM competitiva.

5 luglio 2021 - 18:22

La MotoGP ora è in vacanza, è tempo di bilanci per quanto riguarda la prima parte di stagione. Tra i piloti non proprio soddisfatti c’è anche Brad Binder, nono in classifica iridata dopo 9 Gran Premi. Per lui un solo ritiro ed un 4° posto al Sachsenring (in rimonta) come miglior risultato finora, ma il pilota sudafricano si aspettava qualcosa di più. Soprattutto considerando che il suo diretto riferimento, il compagno di box Miguel Oliveira, è stato costantemente tra i grandi protagonisti negli ultimi 4 eventi mondiali… Ma per l’iridato Moto3 2016 sono tutte lezioni da imparare, con l’obiettivo di fare ben di più nella seconda parte di campionato.

A cominciare soprattutto dalle qualifiche: ad Assen per esempio, sede nell’ultimo evento disputato prima della pausa, è scattato dalla penultima casella in griglia, davanti solo al pilota SBK e sostituto Gerloff. Una gara quindi complessa, in rimonta e conclusa in 12^ posizione. “Ho imparato che è molto meglio essere in Q2!” ha scherzato Binder una volta concluso il GP sullo storico TT Circuit. Che comunque, visto il particolare 2020, lui affrontava per la prima volta da pilota MotoGP, come avvenuto anche al Sachsenring (4°), al Mugello (5° al traguardo) ed a Losail (14°-8°). Sia qui però che altrove, risultati arrivati spesso e volentieri in rimonta.

“Partendo dal fondo non ho potuto evitare il caos che può crearsi dietro” ha sottolineato Binder, riferendosi sempre alla tappa ad Assen. “Vorrei davvero migliorare in qualifica.” Ma non solo. “Mi aspettavo molto di più finora, ma è chiaro che devo imparare e progredire secondo il mio ritmo.” Nulla da dire invece riguardo il materiale a disposizione. “La KTM è molto forte quest’anno, ho davvero un buon pacchetto a mia disposizione.” Ad inizio agosto si riparte dal Red Bull Ring per un’importante doppia tappa di casa del costruttore austriaco. “Sarà bello riprendere da lì. Ma la cosa più importante sarà sfruttare tutte le opportunità che si presenteranno.”

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Gomme Michelin? Serve più coerenza”

enea bastianini motogp

MotoGP, Enea Bastianini: “Michele Pirro riferimento nelle prime libere”

motogp misano 2021

MotoGP Misano: dal ritorno di Morbidelli al “vero momento” di Márquez