MotoGP, Brad Binder

MotoGP, Brad Binder difende il fratello Darryn: “Non è facile per lui”

Darryn Binder criticato dal paddock della MotoGP dopo l'incidente a Portimao. Suo fratello Brad prova a giustificarlo: "Per lui adesso non è facile".

11 novembre 2021 - 7:44

Dalla prossima stagione MotoGP ci sarà una nuova coppia di fratelli: Brad e Darryn Binder. Con l’addio di Valentino Rossi al Motomondiale resteranno tre i binomi familiari, insieme ai fratelli Espargarò e Marquez. Ma proprio su Darryn si è abbattuto un ciclone di polemiche, dopo quella manovra sprovveduta su Dennis Foggia a Portimao. Un episodio criticato fortemente dalla maggior parte dei piloti, anche se non è mancata qualche voce fuori dal coro. Ad esempio Jack Miller, e ovviamente il fratello Brad Binder.

La giustificazione del fratello

Il sudafricano del team KTM factory sa quanto possa essere concitata l’ultima fase di gara. “Nell’ultimo giro di una gara della Moto3, tutti combattono come matti per le posizioni. Tutti vogliono vincere la gara. È stato molto sfortunato“, ha commentato Brad Binder. “Darryn ha frenato un po’ troppo tardi alla curva 3, a quanto pare. Gli altri piloti, invece, hanno frenato un po’ più forte. Poi si sono scontrati. Questo può succedere. Ma le conseguenze sono state estreme, perché si trattava del titolo. È stata una sfortuna e non è facile per lui ora. Come piloti, odiamo questi momenti. Nessuno vuole mettere in pericolo un altro pilota“.

Un duro colpo psicologico per Darryn Binder che dopo Valencia salirà in sella ad una MotoGP per il suo primo test con la Yamaha M1. Farà coppia con Andrea Dovizioso nel team satellite di Razlan Razali, ad accoglierlo un ambiente che già lo scruta con sospetto. “Nessuno di noi vuole essere coinvolto in qualcosa di così importante come una decisione per il Mondiale. Ma a volte succedono cose del genere. Purtroppo non è andata secondo i piani e le conseguenze sono state enormi“, ha aggiunto Brad Binder. “Anch’io ho atterrato altri piloti in carriera, pur non volendolo. Fa parte del motorsport“.

Le nuove scuse di Darryn

Darryn Binder ha provato a chiedere subito scusa a Dennis Foggia dopo la gara. Ma la ferita era ancora troppo calda ed è stato allontanato dal box Leopard. A freddo ha provato a giustificarsi riporgendo le sue scuse. “Ho provato a superare Sergio Garcia, ho frenato e all’improvviso ho visto Dennis Foggia davanti a me. Non potevo più evitarlo. Mi dispiace molto per lui, la sua squadra e Sergio Garcia per l’incidente. Ovviamente era l’ultima cosa che volevo, soprattutto perché Dennis stava lottando per il titolo mondiale. Non era assolutamente mia intenzione. Vorrei scusarmi ancora una volta con tutte le persone coinvolte“.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Foto: Getty Images

1 commento

voiedegarag_15199617
16:26, 11 novembre 2021

Bravo Brad, l’anno prossimo però fai attenzione perché scenderà in pista con te.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Iker Lecuona

MotoGP, Iker Lecuona critica KTM: “Non è corretto”

MotoGP, Alberto Puig

“MotoGP senza Valentino Rossi? La vita va avanti”: la freddura di Puig

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, trattativa Aprilia-Espargarò: rinnovo o ipotesi collaudatore