enea bastianini motogp

MotoGP, Bastianini gran 6° in rimonta. “Grazie” anche a Miller e Mir

Enea Bastianini 6° ad Austin. In parte grazie alla lotta tra Miller e Mir, ma la sua crescita è innegabile. Sull'incidente Moto3 e la sanzione ad Öncü poi dice che...

4 ottobre 2021 - 7:53

La sedicesima casella in griglia non è stata esattamente la zona ideale da cui partire ad Austin. Ma Enea Bastianini è riuscito in seguito a risalire sempre più in alto, eguagliando infine il sesto posto conquistato ad Aragón. In parte ringraziando il contatto finale tra Miller e Mir, del quale ha approfittato, ma c’è da dire che il rookie Esponsorama Ducati sta crescendo costantemente. Il prossimo appuntamento poi sarà un ritorno a Misano, luogo del primo podio MotoGP giusto due settimane fa… Non manca infine anche un commento sul brutto incidente Moto3 e sulla pesante sanzione comminata ad Öncü.

“Ora è più facile”

“Da Silverstone abbiamo davvero fatto un grande passo avanti” ha sottolineato il campione Moto2 in carica. I risultati lo confermano. “Il feeling con la moto è decisamente migliorato, ora sono molto più rilassato in sella e mi è più facile essere veloce.” Sabato però non è andata come si aspettava. “È stata una brutta giornata” ha ammesso. “Ma in gara siamo stati molto competitivi. Non pensavo però di arrivare sesto comunque, partivo 16° e su una pista come Austin non è certo facile.” Fino all’episodio dell’ultimo giro. “Ho aspettato l’errore, li vedevo belli carichi tutt’e due [Miller e Mir, ndr].”

“Attendevo così di poterli superare entrambi. Alla curva 15 mi sono buttato dentro e ce l’ho fatta! Certo Joan ha provato a riprendermi, alla curva 19 ha fatto un tentativo, ma io alla curva 20 ho frenato tardissimo e gli sono rimasto davanti.” Un altro gran 6° posto, la conferma della sua crescita. “Sono un esordiente, ma ora ho più esperienza: so su cosa lavorare durante il weekend, ho capito le gomme e ho modificato anche il mio metodo di lavoro. Sono più fiducioso in ogni gara e sono certo di poter essere ancora più rapido nelle gare che restano.” Come a Misano? “L’obiettivo è migliorarsi…” ha risposto col sorriso. “Ma ogni GP è una storia a sé, vedremo.”

Il botto Moto3 e la sanzione ad Öncü

Nel Gran Premio delle Americhe però non sono mancati i brividi nella categoria Moto3. Nello specifico il secondo incidente, il peggiore, che ha chiuso definitivamente la competizione. Piloti miracolosamente illesi, ma gli Stewards hanno preso provvedimenti per una manovra di Deniz Öncü che ha dato il via alla paurosa carambola. Per lui ben due GP di sospensione, una sanzione davvero pesante. “Sinceramente l’avrei sospeso per tutto il campionato…” è il primo commento di Bastianini.

“Per me è stato davvero aggressivo, com’è nel suo stile: è leggermente oltre il limite in tutte le gare.” Sottolineando in particolare che “Con quello che sta succedendo quest’anno bisognerebbe prestare un po’ più di attenzione.” Non nasconde perplessità poi per la ripartenza dopo la prima bandiera rossa. “Non è stato giusto fare una gara di cinque giri, in una pista non delle più semplici. Quelle poi sono manovre da evitare, ma ricordo bene che da più giovani si è più incoscienti.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pecco Bagnaia, fan club

MotoGP: Misano non sarà solo giallo, decolla il Pecco Fan Club

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: l’ultimo mese in marcia trionfale

mattia casadei moto2

Moto2: Mattia Casadei, esordio con Italtrans nel GP a Misano-2